FederbridgeHome

La Scuola Bridge sbarca ad Anzio!

Anzio, la cui nascita affonda nel mito e nella leggenda, in un tratto di costa tirrenica a Sud di Roma, chiamato appunto Costa di Enea, si narra sia stata fondata da Ascanio, figlio dell’eroe troiano, insieme ad Albalonga ma anche che, la sua creazione sia opera di Anteo, figlio di Ulisse e della Maga Circe.

L’antica Antium (le attuali Anzio e Nettuno) fu a lungo capitale della popolazione che, insieme agli Equi ed ai Sanniti contesero territorio e potere al nascente dominio di Roma.

La splendida posizione sul mare l’ha fatta diventare un centro molto apprezzato dagli imperatori della gens Giulio-Claudia, vi nacquero Caligola e Nerone e vi furono costruite le meravigliose ville tra cui quella di Cicerone e, in seguito, le ville liberty dalla aristocrazia romana.

Ma la fama di Anzio e Nettuno è anche legata al famoso sbarco delle truppe anglo-americane il 22 gennaio del 1944, lo sbarco di Anzio, utile per iniziare con la liberazione di Roma l’avanzata verso il nord Italia.

Oggi Anzio e la confinante Nettuno, formano un’unica gradevolissima località balneare con ampi arenili che si affollano nei mesi estivi.

Oltre alle numerose attività sportive nautiche e non, il bridge continua, come negli anni passati, a far parte dei pomeriggi e delle sere d’estate dei giocatori portodanzesi, nettunesi e romani ma ora, insieme al Liceo Classico Statale “Chris Cappell College”, l’A.S.D. Anzio&Nettuno Bridge Club, inserisce anche il “BRIDGE A SCUOLA”.

L’istituto scolastico, interamente donato al Comune di Anzio dalla famiglia Cappelluti, in memoria del loro unico figlio Christian, in arte Chris Cappell, scomparso prematuramente all’età di ventitré anni, forte esempio di genialità creativa in tutte le espressioni artistiche, soprattutto in campo musicale, vuole che il ricordo di questo ragazzo, viva in una scuola diversa. I suoi valori, positivi ed universali, sono trasmessi ai giovani attraverso una didattica rinnovata. In un’atmosfera di collaborazione tra insegnanti e studenti, non solo nozioni, ma attenzione all’introduzione di numerose attività extrascolastiche e fra queste anche il bridge!
Open day dimostrativi, tanta fatica, coraggio e spirito d’iniziativa hanno portato i loro frutti ed eccoci, oltre ai senior che partecipano al Corso Fiori, anche i giovani allievi che presto faranno parte dei futuri “sbarchi” ai Campionati

Donatella Strata

Redazione

Bridge D'Italia è la rivista ufficiale della Federazione Italiana Gioco Bridge

Potrebbero interessarti anche...

Leggi anche...
Close
Back to top button