CronacaFederbridgeHomeNazionale

Assoluti a squadre Miste 2022: Incontro Morgantini – Burgay

Si parte come di consuetudine con l’ incontro di fine pomeriggio e ci è dato di assistere ad un match di assoluto cartello fra i campioni uscenti del 2019 Università del bridge e il team Morgantini. Per l’Università del bridge gioca Leandro Burgay con una delle sue formazione di giovani campioni. Il team Morgantini non ha bisogno di presentazioni ed è rafforzato se possibile dalla presenza dei neo vicecampioni mondiali della specialità Cima-Dessì. La sorte riserva agli spettatori diverse smazzate di competizione dichiarativa che si prestano a swing in funzione dei sistemi impiegati e delle decisioni dei giocatori. A prevalere alla fine questa volta sarà la squadra Burgay anche per merito di scelte dichiarative quasi sempre azzeccate e improntate all’aggressività e all’anticipo licitativo. Eccone un esempio.

La squadra Burgay apre il gioco in entrambe le sale e in sala chiusa riesce a dichiarare manche senza essere disturbata. Da notare tuttavia che se in aperta spariscono nove quadri dalla linea Nord Sud spariscono anche ben undici cuori dalla linea Est Ovest in entrambe le sale. Nonostante questo apparente incidente incorso a Simonetta e Alessandro i due azzurri aiutati anche dalla distribuzione dei resti delle carte avversarie portano a casa dieci imps.

Alla mano seguente:

La dichiarazione nelle due sale:

Non è la prima volta che da una vivace competizione esce il contratto migliore per la linea in attacco mentre in assenza di altrettanta intraprendenza della difesa la sequenza licitativa della linea più forte si arresta prima di raggiungere il contratto migliore. Va sottolineato però che sono le carte intermedie a fare la differenza in questa mano e che in particolare sono i nove e gli otto in combinazione con i dieci che rendono valido questo contratto di slam che sarebbe altrimenti più avventuroso. Un altro swing ad ogni buon conto per Burgay che guadagna altri 11 imps.

Poi successivamente:

La dichiarazione nelle due sale:

Una buona decisione di gandoglia e di nuovo anche le carte aiutano gli audaci. Sono altri 7 imps
E così Burgay insieme ai suoi giovani talenti inizia questo campionato nel modo migliore.

Ruggero Pulga

Ruggero Pulga (PLR009), ingegnere, ha una lunga e folgorante carriera anche nel mondo del Bridge, che culmina con la medaglia d'argento ai Campionati del Mondo a squadre Senior 2017.

Potrebbero interessarti anche...

Back to top button