HomeQuesiti

Non si può sbagliare a bridge?

L'Esperto risponde

utente

Ciao Maurizio,
ti scrivo per dirimere un problema di arbitraggio
nel torneo pomeridiano del nostro circolo.

Il mio partner apre di 1Cuori,
e la licita si sviluppa così.

Nessun Alert e nessun intervento degli avversari.
Prima di attaccare mi chiedono spiegazioni e io rispondo “tutto naturale, il 2Fiori forzante a manche generico.”
Mi chiede del 2Quadri e rispondo che mostra almeno quattro carte.

L’attaccante con
Picche Jxxx Cuori x Quadri QJx Fiori Jxxxx
decide di attaccare a Picche.

La mano del mio:
Picche Q98 Cuori Jxxxx Quadri Ax Fiori KQx

Morto:
Picche K10x Cuori AKQx Quadri Kx Fiori Axxx

L’attacco favorisce il mio partner, che fa 6Cuori. Loro protestano, dicendo che il mio ha fatto una psichica, quando in realtà si è confuso con la sequenza 1Fiori – 2Fiori – 2Quadri. Che mostra il minimo Dicono che avrebbe dovuto avvisare l’attaccante che aveva sbagliato licita e l’Arbitro cambia il risultato facendo uno split score e dandoci il 60%.
Cosa ne pensi? Non si può sbagliare a bridge? Io ho dichiarato pensando che lui avesse almeno la 5-4 , se avessi saputo che aveva la 5332 magari non avrei chiamato lo slam! Cosa avresti fatto al posto dell’arbitro?

Grazie per la tua attenzione
Saluti
Steve Hamaoui (HMV001, Il Bridge)

Maurizio Di Sacco

Ciao Steve,
cominciamo col dire che il punteggio assegnato non poteva essere giusto, ed era anzi certamente illegale, dato che, volendo necessariamente assegnare un punteggio arbitrale artificiale, a voi non poteva spettare più del 40%.
Nel merito:
– Non si poteva certamente parlare di psichica, dato che il tuo compagno, con quelle carte, non aveva alcun modo di sapere che poteva valere la pena di evitare l’attacco a Quadri.
– Qualora non aveste modo di provare che il significato di 2Quadri era “naturale”, allora l’arbitro doveva assumere che ci fosse stata una spiegazione sbagliata, ed analizzare la mano di conseguenza, ovvero andare da alcuni giocatori offrendo loro la spiegazione “giusta”, e domandando loro come avrebbero attaccato. Se del caso, modificare poi il risultato di conseguenza.
– Se, invece, era provabile che avevi ragione tu, allora, molto semplicemente il risultato andava confermato, ed in questo caso va ribadito che il tuo compagno non aveva nessun obbligo di rettificare la tua spiegazione, anzi, non doveva farlo.
Cario Saluti,
Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco (DSZ003, Bridge Villa Fabbriche) è Arbitro Capo di FIGB, WBF, EBL, CAC (Center American & Caribbean), CSB (Confederation Sudamericana De Bridge) e Direttore della Scuola Arbitrale di FIGB ed EBL. Anche membro del WBF Laws Committee, Maurizio è uno dei più autorevoli arbitri del mondo. Anche il suo palmares come giocatore è più che invidiabile: ha giocato ai massimi livelli fino al 2002, conquistando a livello nazionale un titolo italiano, un argento in eccellenza, diversi piazzamenti in Coppa Italia e numerosi primi posti in tornei naizonali. A livello internazionale ha raggiunto la finale di un Campionato Mondiale e di uno Europeo.

Potrebbero interessarti anche...

Back to top button