HomeQuesiti

INA: è giusta la decisione dell’Arbitro?

utenteBuongiorno.
Vorremmo sottoporvi quanto è avvenuto in occasione del Simultaneo del 17/12 .
La mano è la numero 10.
Le carte sono:

2015_01_07_m2

2015_01_07_m3
Est è primo di mano e dice Passo, Sud apre di 2Quadri, che Nord Alerta e nessuno chiede nulla. Ovest, dopo lunga pensata, dice Passo; Nord dice 2Picche, che Sud Alerta. Est chiede spiegazioni; Nord spiega che l’apertura di 2Quadri contempla o la bicolore nobile in sottoapertura, o la monocolore forte in un minore (18+ punti), o la tricolore forte (18+ punti). Sud spiega che 2Picche significa che se l’apertore è in bicolore nobile sceglie le Picche. A questo punto, Est dichiara 3Quadri e la licita prosegue con Passo, 3SA, Passo, Passo. Nord attacca di PiccheK e appena sceso il morto chiama l’Arbitro, riferendo che ritiene inammissibile la licita di 3Quadri da parte di Est, giustificata solo dalla pensata di Ovest. Sud infatti avrebbe potuto ancora avere mano forte e le carte di Est (per giunta in zona) non erano certo adatte a tale licita. L’Arbitro non fa nulla, il gioco prosegue e si conclude con 3SA-1. Al di là del risultato, noi, in N/S, ci siamo sentite “prese in giro” da quanto accaduto, anche perché non è la prima volta che, in quel circolo, assistiamo ad episodi del genere (licita con carte non adatte dopo la pensata del compagno) e vorremmo invece che non accadesse più. A fine torneo abbiamo ancora contattato l’Arbitro, chiedendogli che almeno fosse segnalata la mano e il giorno dopo abbiamo consegnato la segnalazione scritta all’Arbitro. Oggi comunque abbiamo deciso di sottoporre a Voi l’episodio, con questa domanda: è giusto quanto avvenuto, sia riguardo il comportamento degli avversari, sia quello dell’Arbitro? In attesa di un vostro riscontro, ringraziamo e porgiamo i nostri cordiali saluti.
Rosa Devoto
Rossella Dall’Olio

Maurizio Di Sacco

Cara Rossella,
cominciamo col dire che la mano non ha nessuna connotazione etica, e quindi non è di quelle che sono possibile oggetto di segnalazione.
Questo perché la fattispecie descritta, ovvero le Informazioni Non Autorizzate (INA), ha una sua precisa collocazione in ambito regolamentare, e solo raramente – ma non qui – anche (e quindi non solo) in ambito disciplinare.
Per quanto poi riguarda le INA, quello descritto è un caso quanto mai classico, che si verifica non solo nel Circolo in questione, ma in qualunque altro ambito, e non solo italiano. Classica, e “standard” – anche se, come vedremo, nella circostanza ci sono delle complicazioni – è anche la soluzione, o quanto meno la strada verso la soluzione stessa.
Ciò che l’Arbitro doveva fare – e qualora non lo abbia fatto, come Lei riporta, allora ha certamente sbagliato, in termini procedurali – era lasciar proseguire (e fin qui ci siamo: l’Articolo 16 del Codice di Gara, che tratta l’argomento, proibisce ogni intervento in corso d’opera), e poi, al termine, effettuare adeguate indagini.
Queste indagini – ovvero interviste ad esperti – dovevano essere volte a stabilire se la licita di 3Quadri avesse delle “alternative logiche” (la terminologia usata dal Codice, ed ivi spiegata), e, qualora così non fosse (come immagino: è evidente che si può dire Passo), ad ipotizzare uno scenario diverso da quello verificatosi al tavolo.
Anche in questo caso bisognava interrogare degli esperti, ma se è facile affermare che c’è un’evidente alternativa alla licita di 3Quadri, non è invece per niente chiaro come la licita possa proseguire dopo il Passo. Ovest ha infatti una riapertura quasi automatica, ma già qui c’è un’incertezza, ed ancora più dubbio è come la licita possa poi terminare.
Per essere più preciso, dovrei conoscere meglio dettagli qui mancanti – non sono in grado di recuperare le fiche di frequenza ed il diagramma originale -, ma una possibilità poteva essere quella di assegnare un punteggio arbitrale artificiale pari a 60% per voi e 40% agli avversari, Tuttavia, qualora +50 fosse già superiore al 60% per voi, un punteggio ponderato era certo appropriato. Di nuovo, non posso fare di meglio di questa approssimazione.
Cordiali Saluti e Auguri,
Maurizio Di Sacco

contatti

Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco (DSZ003, Bridge Villa Fabbriche) è Arbitro Capo di FIGB, WBF, EBL, CAC (Center American & Caribbean), CSB (Confederation Sudamericana De Bridge) e Direttore della Scuola Arbitrale di FIGB ed EBL. Anche membro del WBF Laws Committee, Maurizio è uno dei più autorevoli arbitri del mondo. Anche il suo palmares come giocatore è più che invidiabile: ha giocato ai massimi livelli fino al 2002, conquistando a livello nazionale un titolo italiano, un argento in eccellenza, diversi piazzamenti in Coppa Italia e numerosi primi posti in tornei naizonali. A livello internazionale ha raggiunto la finale di un Campionato Mondiale e di uno Europeo.

Potrebbero interessarti anche...

Back to top button