ArticoliCampionatiEuropean ChampionshipsEuropean Championships 2014Home

Ti racconto… il 10° turno dei Campionati Europei

European Championships 2014

Incontro Italia – Olanda

Board 1

Una surlevée per gli azzurri in un primo parziale piatto: speriamo che sia di buon auspicio.

Board 2

Surlevé restituita immediatamente a 4Cuori: 1-1 e palla al centro.

Board 3

2014_06_25_m3

Ci sarebbe lo Slam a Fiori, ma è praticamente introvabile: a entrambi i tavoli ci si accontenta di 4Picche, fatte 5.

Board 4

2014_06_25_m4

Sala Aperta:

2014_06_25_m4A

Sala Chiusa:

2014_06_25_m4C

Primo swing, per fortuna italiano. A entrambi i tavoli Nord con la sua bicolore mostruosa apre di 1Fiori forte. A De Wijs Lauria e Versace ripresentano il carrello con sopra il cartellino di 5Fiori: lui passa forcing o almeno suppongo, ma se gli fosse arrivato un 5Picche avremmo imparato qualche parolaccia nuova in olandese? Il compagno invece contra comprensivo e gli permette di introdurre finalmente un palo: curiosamente sceglie le Quadri e se le gioca comprensibilmente contrate da Versace. Dopo l’attacco di Lorenzo di FioriA tagliato, bisogna solo sfondare a Picche con la prima ripresa rossa e incassare con la seconda. Missione compiuta da Alfredo.
Gli olandesi sono più amichevoli con Angelini e si innalzano solo fino a 3Fiori. Angelini si chiama la sua manche a 4Cuori e sulla difesa a 4Picche mostra la bicolore, che Sementa riporta a 5Cuori. Ora Verhees decide di difendere, e Angelini benedice saggiamente questa scelta col cartellino rosso. Due down di qua, uno di là e 12 MP lato azzurro. Goal!

2014_06_25_video2_ok2

Board 5

Mano piatta

Board 6

2014_06_25_m6

Sala Aperta:

2014_06_25_m6A

Sala Chiusa:

2014_06_25_m6C

Doppio fit minore in N/S ma entrambe le coppie ne trovano uno solo. Lauria in Est ha la 7/5 nobile molto brutta e decide di passare, apre De Wijs quarto di mano di 1Fiori forte e ora Lorenzo Contra (suppongo mostrando i nobili, e ne ha qualche ragione). Muller Surcontra, Versace passa (ha la 2-2) e Lorenzo procede felpato a 2Cuori (ricordiamoci che siamo in zona e i semi sono orribili). Ora vengono fuori le Quadri e si arriva a manche. A Quadri Alfredo avrebbe QJxxx ma è tutto catturabile e addirittura l’orange fa la surlevée. Di là l’olandese apre di 4Cuori, Angelini Contra quarto di mano e Sementa si va a giocare 5Fiori, cattura anche lui le Quadri e mantiene. 1 IMP arancione.

Board 7

2014_06_25_m7

Un 3SA normale ma senza speranza ai due tavoli, 2 down e nulla di fatto. Entrambi i dichiaranti (Sementa e Muller) hanno la possibilità di ridurre i danni prendendo la CuoriQ ma alla penultima carta decidono di battere in testa.

Board 8

Sala Aperta:

2014_06_25_m8A

Sala Chiusa:

2014_06_25_m8C

2014_06_25_m8

Verhees quando sente il compagno tenere aperto si spara la manche ma non trova esattamente i complementi sperati e va 2 down d’inerzia. Versace si contiene a 3Picche e con l’1 down porta a casa 2 IMP. Siamo a metà gara, 15-2 per i nostri.

Board 9

2014_06_25_m9A

2014_06_25_m9C

2014_06_25_m9

A entrambi i tavoli Nord in favore di zona sottoapre primo di mano con un 2Cuori molto debole. L’inghippo sta nel fatto che Est ha 16 punti ma è pieno di Cuori, e a entrambi i tavoli decide di passare per la riapertura di Ovest di 2Picche. Ora l’olandese si catapulta a 3SA, riceve in dono 10 splendidi punti dal compagno e ne fa 5. Lauria dice 3Fiori che evidentemente per lui è forcing, ma Alfredo gli espone subito un punto di vista differente mostrandogli il cartellino del passo. In assenza di accordi la questione è sottile: ha senso che Est tenti di migliorare un parziale di riapertura? Non avrebbe detto 3Fiori subito, come penso abbia valutato Alfredo? Oppure sta mostrando una mano forte senza il fermo di Quadri, come credo intendesse fare Lorenzo? Chiaro che sarebbero ben più interessanti e istruttive le considerazioni dei protagonisti, rispetto alle mie, ma ahimé di queste vi dovete accontentare. Non credo comunque che ci sia una risposta univoca a questi quesiti, e immagino che questo fosse anche il punto di vista di Van Proijen all’altro tavolo nel fiondarsi a 3SA un po’ alla cieca. Ma 11 prese sono sul tavolo indovinando la Fiori e gli avversari risalgono a -2.

Board 10

Stessa licita, stesso parziale, stesse prese. Nulla di fatto.

Board 11

Sala Aperta:

2014_06_25_m11A

Sala Chiusa:2014_06_25_m11C

2014_06_25_m11

In chiusa gli olandesi rischiano un po’ lasciando giocare a board verde 4Cuori a Lauria (1 down) mentre Angelini e Sementa, più in attacco che in difesa a dire il vero, salgono a 5 quadri incontrando lo stesso destino. In duplicato ci sta tranquillamente, ovvio, ma questo mini doppio score causa il sorpasso arancione: 16-15. Mannaggia!

Board 12

Un 4Picche di routine, facile da chiamare e da mantenere.

Board 13

Tutti a 4Picche dove si dovrebbe cadere se la difesa dopo aver incassato due prese a Cuori sfonda a Fiori. E’ quasi impossibile sbagliare, per la verità: Sementa addirittura a Fori ci attacca, De Wijs ci fa sperare per due prese in più ma poi ritorna giusto. Dunque ancora mano pari in un incontro veramente piatto (nel nostro girone una sola squadra è sopra i 40 MP, l’Inghilterra, e solo altre tre sopra i 30).

2014_06_25_video2_ok3

Board 14

2014_06_25_m14

Sull’apertura e risposta avversaria Angelini piazza un ottimo barrage a 4Fiori e vince il board, perché di là De Wijs espone un timido 2Fiori e poi tace per sempre: peccato che Versace non possa proprio dire meno di 3Quadri, contratto a cui si cade di una presa. Piccolo guadagno, ma le mani sono queste e bisogna accontentarsi, e in fondo questi 2MP ci riportano avanti: 17-16 nientemeno.

Board 15

Ancora una manche a cuori di strettissima battuta. Lauria porta a casa un’insperata surlevée e ci issa a +2. Evvai!

Board 16

2014_06_25_m16

La giocata più bella dell’incontro, purtroppo di marca olandese. Si gioca a entrambi i tavoli 3Quadri dopo che gli avversari si sono appoggiati le Picche, e la difesa come primo compito deve stare attenta a sfondare Cuori prima che si liberi la PiccheQ. Detto fatto, Muller attacca PiccheA ma gira subito a Cuori. Lauria batte le atout trovando il 9 quarto in Nord e deve concedere il down.
Di là stesso inizio, ma dopo A-K di atout Van Proijen crede alla caduta del J di atout di Sementa (decisione un po’ fortunata perché sceso il 10 Sud può benissimo scartare il J da J9x) e decide di impostare una riduzione di atout, per la quale però gli serve un minimo di collaborazione della difesa perché deve fare due tagli e muovere a Fiori dal morto alla dodicesima presa. Gioca Picche per il K di Sementa che si incassa la Cuori e non aiuta il dichiarante tornando Fiori. Non conosco gli accordi, ma sospetto che tornando di 3 da 9-3 non aiuti molto nemmeno il compagno, e comunque la difesa corretta non è certo evidente, sta di fatto che Angelini torna Cuori e non Fiori concedendo il tempo fatale. L’olandese taglia, rientra al morto a Fiori, si taglia la PiccheQ, rientra ancora a Fiori (purtroppo Angelini risponde sempre) e cattura le ultime due Quadri con il colpo di atout.
Finisce quindi 21-18 questo incontro molto piatto e noioso, giocato in modo regolare dai nostri con l’unica pecca del board 9.

Enrico Guglielmi

Enrico Guglielmi (GGC001, Bocciofila Lido), socio agonista a Genova, si è laureato in fisica alcune ere geologiche or sono e attualmente sbarca il lunario occupandosi di informatica. Gioca a bridge da un tempo fastidiosamente lungo che è senz’altro meglio non quantificare, visti i risultati. Sempre in ambito bridgistico, oltre a raccogliere copiose messi di zeri nei tornei locali, cura per BDI online la rubrica “Ti racconto una mano”. E’ consigliere del Comitato Regionale Liguria, per conto del quale sta portando avanti un progetto didattico orientato agli studenti e ai dipendenti universitari in collaborazione con il CUS Genova. Il suo nick su BBO è Dasim.

Potrebbero interessarti anche...

Back to top button