HomeQuesiti

“Claim” precoce e difficile ricostruzione della mano

Caro Maurizio,
ho un problema che vorrei tu mi aiutassi a risolvere:
mercoledì ho arbitrato la seconda serata di eliminatoria di un “campionato sociale” a Mondello Bridge.
Al secondo turno vengo chiamata al tavolo da quattro signore per il solito disaccordo: nella figura finale di KQ10 di Atout a lato due vincenti) la dichiarante gioca dal morto e dice “tutte mie”, ma, sia pure in impasse, c’è Jxx in Atout, che quindi sarebbe vincente. la ricostruzione è tutt’altro che chiara, tutt’altro che univoca, nessuna ricorda esattamente l’ordine in cui le carte sono state giocate e quando finalmente arriviamo al claim la dichiarante dice di aver giocato il 10, le avversarie che ha giocato il K e detto tutte mie (se gioca il K è bloccata in mano e paga il J), il morto che ha fatto la mano ma non ricorda che abbia detto tutte mie “dopo” aver passato il 10.
Nell’impossibilità di venirne a capo con certezza, e la mano era stata giocata male e controgiocata peggio, decido per il 3Cuori-1, che comunque non dovrebbe essere penalizzante per la dichiarante, perché le avversarie giocano da 3 a 4 Picche o battono di 2 il contratto.
Per scrupolo, a fine torneo (su 11 risultati il 3Cuori-1 era il terzo risultato, il preteso 3Cuori sarebbe stato top assoluto) di nuovo interrogo una delle avversarie – le altre tre signore già uscite) che conferma la sua versione, ha messo il CuoriK e calato le carte.
oggi pomeriggio arrivo al circolo e vengo investita: perché una signora aveva appena detto alla dichiarante che si scusava molto perché ci aveva ripensato e si era ricordata che aveva ragione e aveva fatto 3Cuori.
Tragedia vuole che alla finale barometer accedono 12 coppie e, la coppia con la signora “pentita” era entrata come dodicesima, escludendo la tredicesima per lo 0,10%, questo minimo spostamento sarebbe bastevole ad escluderle a vantaggio della tredicesima.
Posso cambiare la classifica? La compagna della “pentita” continua a sostenere che è stato giocato il CuoriK. Non ho nulla in contrario a cambiare, se ripristino l’equità, ma sono ancora in tempo? Tecnicamente la classifica è definitiva, lo so, ma è un torneo sociale – verrà omologato solo il risultato della finale – che faccio?
Ti ringrazio della risposta e ti abbraccio
Donatella Buzzatti (BZL012, S.S.D. C.N. Costa Ponente RL)

P.S.: ho cercato, credimi, di ricostruire quando sono stata chiamata al tavolo se avesse giocato o detto di giocare il 10, ma è stato impossibile raggiungere una certezza, almeno per me. E il fatto che faticassero a ricordare lo svolgimento del gioco mi ha indotto a ritenere plausibile che non avesse messo in conto il Jxx di Atout.

Ciao Donatella,
l’Articolo 79 del Codice di Gara, paragrafo C2, ti dice che il risultato è ancora modificabile, se tu (e l’organizzazione) ti convinci che la signora “pentita” sia in buonafede:

C. Errore nel punteggio
1. Un errore nel calcolo o nella registrazione di un risultato concordato, commesso sia da un giocatore sia da un addetto ai risultati, può essere corretto fino alla scadenza del periodo di tempo specificato dall’Organizzatore della Competizione. A meno che l’Organizzatore della Competizione non specifichi un tempo maggiore, questo periodo per le correzioni scade 30 minuti dopo che il punteggio ufficiale sia stato reso disponibile per il controllo.
2. I Regolamenti possono prevedere casi nei quali un errore di segnatura possa essere corretto oltre il termine del Periodo per le Correzioni, qualora l’Arbitro e l’Organizzatore della Competizione siano entrambi persuasi oltre ogni ragionevole dubbio che la registrazione fosse erronea.

A tale proposito, potrai trovare su BDI Online un articolo esaustivo sull’argomento, pubblicato non più di dieci giorni fa.
Baci,
Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco (DSZ003, Bridge Villa Fabbriche) è Arbitro Capo di FIGB, WBF, EBL, CAC (Center American & Caribbean), CSB (Confederation Sudamericana De Bridge) e Direttore della Scuola Arbitrale di FIGB ed EBL. Anche membro del WBF Laws Committee, Maurizio è uno dei più autorevoli arbitri del mondo. Anche il suo palmares come giocatore è più che invidiabile: ha giocato ai massimi livelli fino al 2002, conquistando a livello nazionale un titolo italiano, un argento in eccellenza, diversi piazzamenti in Coppa Italia e numerosi primi posti in tornei naizonali. A livello internazionale ha raggiunto la finale di un Campionato Mondiale e di uno Europeo.

Potrebbero interessarti anche...

Leggi anche...
Close
Back to top button