HomeIn EvidenzaQuesiti

Un’INA al Simultaneo Mondiale

Caro Direttore,
vorrei sapere la Sua opinione su quanto mi è capitato al torneo simultaneo mondiale del 19 di questo mese. Sono seduto in Ovest, tutti in zona, e dopo il Passo di Sud decido di aprire, non al livello di 1 (qualcuno in Ovest lo ha fatto…) ma di 2Quadri Multicolor (da accordi prevede solo la presenza di nobili sesti in Sottoapertura) con la seguente mano:

Picche QJ98xx    Cuori Ax    Quadri xx    Fiori KJx

Il mio partner prontamente Alerta e quasi istantaneamente Nord inserisce il cartellino 2Cuori.
A questo punto il partner “sprofonda” in una pensata (una quindicina di secondi…) chiedendo lui stesso gentilmente ai miei avversari di scusarlo in quanto abbiamo più volte negli ultimi tempi cambiato il significato dell’apertura 2Quadri e che quindi stava facendo mente locale per cercar di dare la spiegazione giusta nel caso che qualcuno degli avversari chiedesse spiegazioni in merito.
Dopo essersi ricordato il significato della mia licita e non ricevendo richieste di spiegazioni il mio compagno inserisce il cartellino del Passo.
Sud, a questo punto, esordisce con voce stentorea “ora il tuo compagno non può più parlare!” e mette il cartellino del Passo. Io non rispondo in merito, ma richiedo l’attenzione del direttore di gara per la serata, che era lì vicino, e spiego come è andata la licita, e mostrando le carte chiedo se ho i requisiti per poter nominare il mio palo sesto a Picche.
Il direttore ritiene di sì e quindi licito 2Picche. Passo di Nord . Il mio compagno Passa e Sud dice 2SA (N.B. l’Alert del mio partner era stato completamente ignorato). Passo mio, Passo di Nord, e il mio partner allunga la mano per prendere il cartellino e rialzare competitivamente a 3Picche, ma viene fermato da un “no, lei non può parlare!” (detto ovviamente da Sud), su cui il partner correttamente non risponde e mette il cartellino Passo.

Contratto finale: 2SA, 7 prese fatte, sotto di uno… 100 per E/O.
Sud apre lo score e si rende conto che avrebbero potuto giocare 4Cuori anche se non molti avevano chiamato la manche.

Dice che così non va bene, che è stato arbitro anche lui… ecc… e va a protestare dal direttore e, come spesso succede, chi protesta più forte ottiene ragione.
Durante la successiva smazzata il direttore ci informa che, sentito il parere di due giocatori esperti (un GM e una 1aFiori) ha deciso di assegnare alla coppia N/S 2Cuori+2. Il risultato ha in realtà inciso poco sull’andamento del torneo (che peraltro abbiamo vinto lo stesso!).
Tanto io che il mio compagno apparteniamo a quella razza quasi scomparsa che accetta le decisioni arbitrali senza fiatare, prendiamo atto e la cosa finisce qui.
Premesso che la questione è comunque nata e morta in quella smazzata, Le volevo chiedere un parere su questo fatto in modo che nel prosieguo se dovesse ricapitare sapremo serenamente come comportarci!
Ringrazio anticipatamente e saluto.
Stefano Tagliagambe (TGN043, Polisportiva Grifone di Grosseto)

 

Caro Stefano,
la narrazione degli eventi è un pochino confusa, e inoltre manca l’elemento fondamentale costituito dal diagramma. Scaricando le mani di quel simultaneo, io non sono riuscito a trovare niente che corrisponda alla mano descritta (le allego il file).
Aspetto chiarimenti. Cordiali Saluti,
Maurizio Di Sacco

 

Buongiorno Maurizio,
ti ringrazio per l’allegato in cui ho potuto osservare la mano in questione.
La mano “ incriminata” è la n° 4 (tutti in zona dichiarante Ovest) ed dopo due Passo io ero Est.
Quindi dalla descrizione fatta precedentemente occorre cambiare i punti cardinali di riferimento in quanto 2Cuori a questo punto lo dice Sud e la pensata del mio partner è in Ovest!
Per il resto comunque il racconto della descrizione dei fatti è esattamente lo stesso che ho scritto nella precedente e-mail.
Grazie ancora aspetto notizie!
N.B.: per ulteriori chiarimenti nel caso non sia sufficientemente esaustiva la mia spiegazione dei fatti sono a disposizione…!
Un saluto,
Stefano

 

Ciao Stefano,
cominciamo innanzitutto col riportare la mano in questione:

Poi, facciamo un po’ d’ordine nella licita:

1Passo = dopo lunga pensata

Atteso ora che i fatti siano riportati correttamente – come certo sai, debbo sempre lasciare spazio ai terzi interessati per commenti e/o precisazioni – devo innanzitutto notare una serie di irregolarità procedurali, a carico di diversi soggetti.
Prima di tutto, nessuno, ivi includendo l’arbitro, ha il diritto di impedire ad un altro giocatore di effettuare una qualunque azione, sebbene in possesso di Informazione Non Autorizzata (INA), e men che mai lo può fare un giocatore! Quest’ultimo può certo sollecitare l’intervento del direttore di gara, se ritiene ci sia la possibilità che venga usata un’INA, ma nient’altro. Per quanto riguarda poi l’arbitro, al di là di accertare la reale sussistenza dell’INA, egli sul momento non può e non deve fare altro che chiedere di proseguire, riservandosi ulteriori valutazioni alla luce del dettato dell’Articolo 16 del Codice di Gara, paragrafo B. è quindi una grave violazione, anche dal punto di vista etico, tentare di imporre penalità senza chiedere l’intervento dell’arbitro, anche fossero previste dal Codice. Ed è quindi ancor più grave farlo quando di tali penalità non ne è prevista alcuna! Per quanto riguarda poi l’intervento arbitrale, è a sua volta un serio errore guardare le carte di un giocatore, ed esprimere giudizi “in corso d’opera”, perché nel fare così si trasferiscono a tutto il tavolo informazioni relative alle carte del giocatore in esame. Del tutto assurdo appare poi impedire ad Ovest di parlare, visto che il medesimo non era in possesso di alcuna INA, e non era quindi soggetto, neppure ex post, ad alcuna restrizione.
L’arbitro avrebbe dunque dovuto far continuare la licita, riservandosi di interpellare degli esperti in merito alla licita di 2Picche, ovvero chiedere loro che cosa avrebbero fatto dopo 2Cuori con le carte di Est. In particolare, se ritenessero ci fossero delle alternative alla licita di 2Picche, e – ancora più importante – se la medesima licita potesse essere messa in relazione con l’INA.
Se gli esperti si fossero pronunciati, in sintesi, affermando sia la possibile relazione tra 2Picche e l’INA, sia la presenza di un’alternativa, allora modificare il risultato andava effettivamente modificato in 2Cuori+3 (il risultato che si sarebbe verificato senza l’infrazione, questa essendo la licita di 2Picche).
Per concludere, sebbene non pertinente da un punto di vista arbitrale, mi permetto di esprimere un giudizio tecnico: trovo del tutto assurdo il Passo di Nord su 2Cuori.
Cordiali Saluti,
Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco (DSZ003, Bridge Villa Fabbriche) è Arbitro Capo di FIGB, WBF, EBL, CAC (Center American & Caribbean), CSB (Confederation Sudamericana De Bridge) e Direttore della Scuola Arbitrale di FIGB ed EBL. Anche membro del WBF Laws Committee, Maurizio è uno dei più autorevoli arbitri del mondo. Anche il suo palmares come giocatore è più che invidiabile: ha giocato ai massimi livelli fino al 2002, conquistando a livello nazionale un titolo italiano, un argento in eccellenza, diversi piazzamenti in Coppa Italia e numerosi primi posti in tornei naizonali. A livello internazionale ha raggiunto la finale di un Campionato Mondiale e di uno Europeo.

Potrebbero interessarti anche...

Leggi anche...
Close
Back to top button