HomeQuesiti

Ci vuole troppo orecchio, per tenere un 9

Un quesito regolamentare:
disacco_2013_22_04_M1

La licita è alquanto discutibile
N/S in zona
disacco_2013_22_04_L1

Attacco di QuadriA, ritorno Quadri alta per il taglio di Est che torna a Picche per il taglio di Ovest che rimette ancora Quadri per lo scarto di una dispari di Fiori di Est e il Re di Sud.
Dopo che Est non risponde al primo giro di atout, Ovest scopre le carte concedendo il resto delle prese a Sud attribuendogli l’FioriA.
Est lamenta il mancato incasso della Fiori e Ovest chiede a Sud se ha Fiori sentendosi rispondere che la scartava sulla Picche del morto.
Est e Ovest imbussolano e successivamente sempre Ovest chiede a Sud come avrebbe raggiunto il morto.
Interviene Nord che fino a quel momento aveva taciuto e spiega:
“Non credo che Sud avrebbe trovato una possibile linea ma incassando tutte le vincenti può raggiungere un finale che può mettere in imbarazzo Est; se poi Ovest scartasse la Fiori Est finisce effettivamente compresso.”
disacco_2013_22_04_m2

Il finale non è consueto, la difesa certamente ha gli elementi per contare il palo di Picche, quindi tutte le mani e quindi operare lo scarto corretto che comunque consiste sempre nell’inconsueto scarto di un Asso.
E’ vero che così l’attaccante starebbe giocando a carte viste per mostrare una linea di gioco non assurda che gli consenta una presa non impossibile con il contributo della difesa ma è altrettanto vero che adesso la difesa dopo aver esposto le carte controgioca in maniera assolutamente precisa.
L’arbitro interpellato ha concesso la levée alla difesa in quanto Est scarta dopo il morto, dando per scontato che in precedenza la difesa abbia sempre scartato regolarmente conservando senza stress il controllo a Fiori.
Personalmente non sono completamente convinto: sbaglio?

La risposta di Sud di scartare la Fiori sulla Picche è assolutamente sincera e non maliziosa e fuorviante: il come raggiungere il morto avrebbe rappresentato un problema da prendere in considerazione immediatamente prima di tentare tale scarto…
Grazie per l’attenzione.
Ezio Lazzari (LZZ005, Bridge Bologna Rastignano)

Ciao Ezio,
la materia è regolata dall’Articolo 71 del Codice di Gara:

ARTICOLO 71 – CONCESSIONE CANCELLATA
Una concessione deve rimanere, una volta effettuata, ad eccezione del fatto che, entro il periodo di correzione definito nell’ambito dell’Articolo 79 del Codice di Gara paragrafo C, l’Arbitro dovrà cancellarla:
1. se un giocatore ha concesso una presa che la sua linea aveva, di fatto, vinto; o
2. se un giocatore ha concesso una presa che non sarebbe potuta essere persa per il tramite di un qualunque gioco normale43 delle rimanenti carte.
Il punteggio del board viene allora nuovamente registrato, con tale presa assegnata alla sua linea.

43 Per gli scopi dell’Articolo 70 del Codice di Gara e dell’Articolo 71 del Codice di Gara, “normale” include un gioco che sarebbe disattento o inferiore al livello del giocatore coinvolto.

Tutto ciò che bisogna fare nella circostanza, è dunque chiedersi se, nell’ambito di un gioco disattento, fosse o meno possibile che Sud realizzasse tutte le prese.
Da quello che leggo, per evitare la compressione su Est, Ovest deve tenere il Fiori9, mossa che lungi dall’essere distratta, sembra anzi piuttosto attenta.
Per quanto riguarda E/O, dunque, io direi che la concessione effettuata non avrebbe dovuto essere cancellata, ma con una remora, riguardante la reale capacità di Sud di mettere in piedi la compressione suddetta, elemento, questo, altrettanto rilevante per la decisione finale.
Non conoscendo né E/O, né tantomeno Sud, lascio a te la decisione finale in merito.

 

 

 

 

Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco (DSZ003, Bridge Villa Fabbriche) è Arbitro Capo di FIGB, WBF, EBL, CAC (Center American & Caribbean), CSB (Confederation Sudamericana De Bridge) e Direttore della Scuola Arbitrale di FIGB ed EBL. Anche membro del WBF Laws Committee, Maurizio è uno dei più autorevoli arbitri del mondo. Anche il suo palmares come giocatore è più che invidiabile: ha giocato ai massimi livelli fino al 2002, conquistando a livello nazionale un titolo italiano, un argento in eccellenza, diversi piazzamenti in Coppa Italia e numerosi primi posti in tornei naizonali. A livello internazionale ha raggiunto la finale di un Campionato Mondiale e di uno Europeo.

Potrebbero interessarti anche...

Leggi anche...
Close
Back to top button