Una mano Yarborough, una mano cioè senza carte superiori al 9.

Ci sono nel mazzo trentadue carte inferiori al dieci. Eseguendo un calcolo combinatorio risulta che la probabilità di avere una mano di questo tipo è 1 contro 1827.

Il termine “Mano Yarborough” deriva da Charles Anderson Worsley (1809-1862), conte di Yarborough, in virtù di una scommessa da lui effettuata con gli amici sulla possibilità del verificarsi di tale evento.
Il furbo conte, bravo evidentemente a contare (perdonate il bisticcio), e stufo delle lamentele di chi sosteneva di non avere mai nulla, si offrì di pagare mille sterline per ciascuna delle mani che dovevano poi prendere il suo nome, intascandone però una per ogni caso contrario, realizzando così un ottimo profitto (la storia, purtroppo, non ci dice quale fu l’utile netto, né se gli amici del nobiluomo si resero mai conto dell’inghippo).