Art. 64 – PROCEDURA DOPO LA CONSUMAZIONE DI UNA RENONCE

A. Rettifica a seguito di una renonce:

  1. Quando la renonce sia divenuta consumata:
    (a) e la presa nella quale è stata commessa la renonce sia stata vinta dal giocatore colpevole(*), dopo che il gioco sia terminato, la presa in cui sia stata commessa la renonce sarà trasferita alla linea innocente, insieme ad una qualunque delle prese successive vinte dalla linea colpevole.
    (b) e la presa nella quale sia stata commessa la renonce non sia stata vinta dal giocatore colpevole(**), allora, se la linea colpevole ha vinto quella presa o qualsiasi altra presa successiva, dopo che il gioco sia terminato una presa verrà trasferita alla linea innocente.


B. Nessuna rettifica:
n
on verrà effettuata nessuna rettifica, tra quelle esposte nel punto A a seguito di una renonce consumata:

  1. se la linea colpevole non vince né la presa della renonce, né nessuna altra presa successiva;
  2. se si tratta di una renonce successiva dello stesso giocatore nello stesso seme. Può trovare applicazione l’Articolo 64 del Codice di Gara paragrafo C;
  3. se la renonce era stata commessa nel mancare di giocare una qualsiasi carta scoperta sul tavolo o appartenente ad una mano scoperta sul tavolo, compresa una carta appartenente alla mano del morto;
  4. se l’attenzione sulla renonce è stata richiamata per la prima volta dopo che un membro della linea innocente abbia effettuato una chiamata nella mano successiva;
  5. se l’attenzione sulla renonce è stata richiamata per la prima volta dopo che il round sia finito;
  6. se si tratta una renonce commessa alla dodicesima presa;
  7. quando entrambe le linee hanno commesso renonce nello stesso board.


C. Responsabilità dell’Arbitro riguardo al ripristino dell’equità:
quando, dopo una qualsiasi renonce consumata, comprese quelle non soggette a rettifica, l’Arbitro ritenga che la linea innocente non sia stata sufficientemente compensata dalle disposizioni di questo Articolo per il danno subito, egli dovrà attribuire un punteggio arbitrale.

(*): Per gli scopi di questo articolo, una presa vinta con una carta del morto non è stata vinta dal dichiarante.
(**): L’Arbitro dovrebbe evitare, per quanto possibile, di esporre le carte giocate di un difensore; tuttavia, se viene esposta una carta in eccesso che sia da riporsi nella mano di un difensore, la stessa diverrà una carta penalizzata (vedi Articolo 50 del Codice di Gara).

Indice Articoli del Codice di Gara