Art. 50 – DISPOSIZIONI PER UNA CARTA PENALIZZATA 

Una carta prematuramente esposta da un difensore (ma non carta d’attacco, vedi Articolo 57 del Codice di Gara) è una carta penalizzata, a meno che l’Arbitro non disponga altrimenti (vedi Articolo 49 del Codice di Gara, e Articolo 23  del Codice di Gara può trovare applicazione).

A. La carta penalizzata rimane scoperta
Una carta penalizzata deve rimanere scoperta sul tavolo immediatamente davanti al giocatore cui appartiene, fino a quando non sia stata selezionata una rettifica.

B. Carta penalizzata maggiore o minore?
Una singola carta, di rango inferiore ad un onore, esposta inavvertitamente (come nel giocare due carte in una presa, o per essere caduta accidentalmente), diventa una carta penalizzata minore. Qualunque carta del rango di onore, o qualsiasi carta esposta deliberatamente (come attaccando fuori turno, o commettendo una renonce per poi correggerla), diventa carta penalizzata maggiore; quando un difensore ha due o più carte penalizzate, tutte queste carte diventano carte penalizzate maggiori.

C. Disposizioni per una carta penalizzata minore
Quando un difensore abbia una carta penalizzata minore, non potrà giocare qualunque altra carta nel medesimo seme di rango inferiore all’onore fino a quando non abbia prima giocato la carta penalizzata, ma ha il diritto di giocare invece un onore. Il compagno del colpevole non è soggetto a restrizioni d’attacco, ma l’informazione ottenuta vendendo la carta penalizzata è non autorizzata (vedi E seguente).

D. Disposizioni per una carta penalizzata maggiore
Quando un difensore abbia una carta penalizzata maggiore, sia il colpevole sia il compagno del colpevole possono essere soggetti a restrizioni; il colpevole ogniqualvolta debba giocare, il compagno ogniqualvolta debba attaccare.

  1. (a) Una carta penalizzata maggiore deve essere giocata alla prima opportunità legale, che sia attaccando, rispondendo a colore, scartando oppure tagliando. Se un difensore ha due o più carte penalizzate che possono essere legalmente giocate, il dichiarante designa quale carta dovrà essere giocata.
    (b) L’obbligo di rispondere a colore, o quello di ottemperare alle restrizioni di attacco o di gioco, hanno la precedenza sull’obbligo di giocare una carta penalizzata maggiore, ma la carta penalizzata deve tuttavia rimanere scoperta sul tavolo, e giocata alla prima opportunità legale.
  2. Quando un difensore debba attaccare ed il compagno possieda una carta penalizzata maggiore, egli non può attaccare fino a quando il dichiarante non abbia scelto una delle opzioni sotto elencate (se il difensore attacca prematuramente, egli è soggetto alla rettifica di cui all’Articolo 49). Il dichiarante può scegliere di:
    (a) richiedere(*) al difensore di attaccare nel seme della carta penalizzata, o proibirgli di attaccare in quel seme fino a quando egli rimanga in presa (per due o più carte penalizzate, vedi Articolo 51 del Codice di Gara); se il dichiarante esercita l’una o l’altra di queste opzioni, la carta non è più una carta penalizzata e viene ritirata.
    (b) Non richiedere né proibire un attacco, nel qual caso il difensore potrà attaccare con qualsiasi carta; la carta penalizzata rimarrà una carta penalizzata. Se viene selezionata questa opzione, l’Articolo 50 del Codice di Gara paragrafo D continuerà ad applicarsi tanto a lungo quanto permanga la carta penalizzata.


E. Informazioni derivanti da una carta penalizzata

  1. La conoscenza degli obblighi di gioco relativi ad una carta penalizzata è un’informazione autorizzata per tutti e quattro i giocatori.
  2. Altre informazioni derivanti dalla vista della carta penalizzata sono non autorizzate per il compagno del giocatore che possiede una carta penalizzata (ma sono autorizzate per il dichiarante).
  3. Se l’Arbitro giudica che l’esposizione della carta ha convogliato informazioni tali da danneggiare la linea innocente, egli dovrà assegnare un punteggio arbitrale.


(*): Se il giocatore non è in grado di attaccare come richiesto, vedi Articolo 59 del Codice di Gara.

Indice Articoli del Codice di Gara