Art. 37 – CONDOTTA CHE VIOLA L’OBBLIGO A PASSARE

A. L’avversario alla sinistra del colpevole effettua una chiamata prima di una rettifica: se la chiamata inammissibile era un contro o un surcontro di un giocatore tenuto per legge a passare (ma non un’azione in contrasto con l’Articolo 19 del Codice di Gara paragrafo A1 oppure 19 del Codice di Gara paragrafo B1) e l’avversario alla sinistra del colpevole chiama prima che l’Arbitro abbia stabilito la rettifica, tale chiamata e tutte le chiamate susseguenti rimangono. Se al colpevole era richiesto di passare per il resto del ciclo licitativo tale proibizione permane. Non trovano applicazione le restrizioni d’attacco di cui all’Articolo 26 del Codice di Gara.

B. L’avversario alla sinistra del colpevole non chiama prima della rettifica: nel caso che A. non si applichi:

  1. qualunque licita, contro o surcontro effettuati da un giocatore tenuto per legge a passare vengono cancellati;
  2. La chiamata viene sostituita da un passo, la licitazione continua e ciascun membro del partito colpevole deve obbligatoriamente passare ogni qualvolta sia il suo turno di chiamata. Può trovare applicazione l’Articolo 23 del Codice di Gara, come anche le restrizioni d’attacco di cui all’Articolo 26 del Codice di Gara.


Indice Articoli del Codice di Gara