Art. 32 – CONTRO O SURCONTRO FUORI TURNO 

Un contro o surcontro al di fuori della corretta rotazione possono essere accettati a discrezione dell’avversario che segue in rotazione (vedi Articolo 29 del Codice di Gara paragrafo A), con l’eccezione che i contro e i surcontro inammissibili non possono mai venire accettati (se ciò nondimeno l’avversario di sinistra del colpevole fa una chiamata vedi Articolo 36 del Codice di Gara). Se la chiamata al di fuori della corretta rotazione non viene accettata essa viene cancellata, possono trovare applicazione le restrizioni d’attacco di cui all’Articolo 26 del Codice di Gara paragrafo B, e:

A. Al turno di chiamata del compagno del colpevole
Qualora un contro o un surcontro al di fuori della corretta rotazione siano stati effettuati quando il turno di chiamata spettava al compagno del colpevole, il compagno del colpevole dovrà passare ogni qualvolta sia il suo turno di chiamata (vedi Articolo 23 del Codice di Gara qualora il passo danneggi la linea innocente).

B. Al turno di chiamata dell’avversario di destra
Qualora un contro o un surcontro al di fuori della corretta rotazione siano stati effettuati quando il turno di chiamata spettava all’avversario di destra del colpevole, allora:

  1. se l’avversario alla destra del colpevole passa, il colpevole deve obbligatoriamente ripetere il suo contro o surcontro fuori turno, e non vi sarà rettifica, a meno che il contro o il surcontro siano inammissibili, nel qual caso si applica l’Articolo 36 del Codice di Gara.
  2. se l’avversario alla destra del colpevole licita, oppure contra o surcontra, il colpevole può fare al suo turno qualsiasi chiamata legale, ma il compagno del colpevole deve passare ogni qualvolta sia il suo turno di chiamata. Vedi Articolo 23 del Codice di Gara quando il passo danneggi la linea innocente.

 

Indice Articoli del Codice di Gara