Art. 30 – PASSO FUORI TURNO

Quando un giocatore sia passato fuori turno e la chiamata sia stata cancellata, non essendo stata esercitata l’opzione di accettarla di cui all’Articolo 29 del Codice di Gara paragrafo A, si applicheranno i seguenti disposti (nel caso il passo sia artificiale vedi C):

A. Prima che un qualsiasi giocatore abbia effettuato una licita
Quando un giocatore sia passato fuori turno prima che un qualsiasi giocatore abbia licitato il colpevole dovrà passare in occasione del suo prossimo turno di chiamata e può trovare applicazione l’Articolo 23 del Codice di Gara.

B. Dopo che un qualsiasi giocatore abbia licitato

  1. Quando un passo fuori turno sia stato effettuato al turno di chiamata dell’avversario di destra del colpevole dopo che un qualsiasi giocatore abbia licitato, il colpevole deve passare al suo prossimo turno di chiamata.
  2. (a) Quando, dopo che un qualsiasi giocatore abbia licitato, il colpevole passi al di fuori della corretta rotazione al turno di chiamata del suo compagno, il colpevole deve passare ogni qualvolta sia il suo turno di chiamata, e può trovare applicazione l’Articolo 23 del Codice di Gara.
    (b) Il compagno del colpevole potrà fare qualsiasi licita sufficiente, o potrà passare ma non potrà contrare o surcontrare in quel turno, e può trovare applicazione l’Articolo 23 del Codice di Gara.
  3. Dopo che un qualsiasi giocatore abbia licitato, un passo al di fuori della corretta rotazione effettuato al turno dell’avversario di sinistra del colpevole viene trattato come un cambio di chiamata. Trova applicazione l’Articolo 25 del Codice di Gara.


C. Quando il passo sia artificiale
Quando un passo fuori turno sia artificiale, o sia il passo su una chiamata artificiale, troverà applicazione l’Articolo 31 del Codice di Gara, e non il presente Articolo.

Indice Articoli del Codice di Gara