Art. 24 – CARTA ESPOSTA O CARTA D’ATTACCO PRIMA CHE ABBIA AVUTO INIZIO IL PERIODO DI GIOCO 

Quando l’Arbitro determini che durante il periodo licitativo, a causa dell’errore di un giocatore, una o più carte della mano di quel giocatore fossero in posizione tale che la loro faccia fosse visibile dal suo compagno, l’Arbitro dovrà richiedere che ognuna di tali carte sia lasciata scoperta sul tavolo fino al termine del periodo licitativo. Le informazioni derivanti dalle carte così esposte sono autorizzate per il partito innocente ma non autorizzate per il partito colpevole. Se il colpevole diviene il dichiarante o il morto le carte vengono riprese e riposte nella mano. Se il colpevole diviene un difensore, ciascuna di tali carte diviene una carta penalizzata (vedi Articolo 50 del Codice di Gara), quindi:

A. Carta bassa che non rappresenti un attacco prematuro
Se si tratta di una singola carta di rango inferiore ad un onore e non utilizzata prematuramente per attaccare, non vi saranno ulteriori rettifiche.

B. Singola carta del rango di un onore o carta utilizzata prematuramente per attaccare
Se si tratta di una singola carta del rango di un onore, o di una qualsiasi carta utilizzata per attaccare prematuramente, il compagno del colpevole deve passare quando venga il suo prossimo turno di chiamata (vedi Articolo 23 del Codice di Gara quando un passo danneggi la linea innocente).

C. Due o più carte esposte
Se due o più carte vengono così esposte, il compagno del colpevole deve passare quando venga il suo prossimo turno di chiamata (vedi Articolo 23 del Codice di Gara quando un passo danneggi la linea innocente).

Indice Articoli del Codice di Gara