Art. 17 – IL PERIODO LICITATIVO

A. Inizio del periodo licitativo: il periodo licitativo di una smazzata comincia, per una linea, quando uno o l’altro dei suoi componenti abbia estratto le proprie carte dal board.

B. La prima chiamata: il giocatore designato dal board come distributore effettua la prima chiamata.

C. Chiamate successive: il giocatore alla sinistra del distributore effettua la seconda chiamata, e da questo punto in poi ciascun giocatore fa la sua chiamata al proprio turno, proseguendo in senso orario.

D. Carte da un board sbagliato:

  1. Una chiamata viene cancellata, se viene effettuata da un giocatore sulla base di carte che abbia estratto da un board sbagliato.
  2. Dopo aver preso visione della mano corretta, il colpevole chiama di nuovo e la licitazione prosegue normalmente da quel punto in poi. Qualora l’avversario di sinistra del colpevole avesse a sua volta effettuato una chiamata in relazione a quella cancellata, l’Arbitro dovrà attribuire un punteggio arbitrale artificiale quando la chiamata sostitutiva del colpevole differisca(*) dalla sua chiamata cancellata (l’avversario di sinistra del colpevole deve obbligatoriamente ripetere la chiamata precedente) oppure se il compagno del colpevole abbia successivamente effettuato una chiamata in relazione della chiamata cancellata.
  3. Se il colpevole successivamente ripete, nel corso del board dal quale aveva erroneamente estratto le carte, la chiamata da lui in precedenza effettuata, l’Arbitro può permettere che il board venga giocato normalmente, ma dovrà invece attribuire un punteggio arbitrale artificiale qualora la chiamata del colpevole differisca18 dalla sua chiamata originale cancellata.
  4. Oltre alle rettifiche di cui ai punti 2 e 3 precedenti, può essere assegnata una penalità procedurale (Articolo 90 del Codice di Gara).


E. Fine del periodo licitativo

  1. La licitazione ed il periodo licitativo cessano nei termini stabiliti dall’Articolo 22 del Codice di Gara.
  2. Quando una chiamata sia stata seguita da tre passo la licitazione non termina se uno dei tre passo era fuori turno, privando così un giocatore del suo diritto a chiamare in quel turno. Quando questo accada, la licita ritorna al giocatore che aveva mancato il proprio turno di licita, tutti i passo successivi vengono cancellati e la licitazione procede normalmente. L’Articolo 16 del Codice di Gara paragrafo D viene applicato a tutte le chiamate cancellate, ed a questo scopo ogni giocatore che sia passato fuori del turno a rotazione viene considerato colpevole.

 

(*): Per esempio una chiamata cancellata differisce se il suo significato è molto diverso, o se è una psichica.

Indice Articoli del Codice di Gara