Prego volermi cortesemente comunicare se avendo 13 p.o. ed essendo passati i primi due giocatori, come terzo sono obbligato o no a fare una dichiarazione o se posso passare. Io sostengo di non avere alcun obbligo, ma, essendo passato, uno dei partecipanti al torneo sostiene che ero obbligato a dichiarare e che se avessimo giocato al circolo avrebbe potuto segnalare al direttore di gara la mia (presunta) inadempienza ed essere quindi penalizzato.
A maggior chiarimento faccio presente che giochiamo la quinta nobile e che la mia mano era così composta:
Picche A x x x Cuori A K Q Quadri x x Fiori x x x x
Vi ringrazio fin d’ora e saluto cordialmente.
Franco Dolcetta

Risponde Antonio Riccardi

Ciao Franco, licitare non è obbligatorio, perciò si può passare su un 2Fiori FM del compagno o su un 4SA Blackwood o, come nel tuo caso, con l’apertura. Un eventuale intervento arbitrale non può avvenire per la scelta in se stessa, ma solo se questa è frutto di un’informazione non autorizzata (un commento al tavolo vicino, la faccia schifata del tuo compagno nel guardare le suo carte o suoi commenti del tipo “nooo, ancora!!!” dopo che nelle due mani precedenti aveva visto un solo Fante!). Un’altra ipotesi di intervento arbitrale potrebbe concretizzarsi nel caso il vostro sistema (o stile licitativo) preveda aperture con mano di una determinata forza minima (superiore a quella standard) e della cosa non sono stati resi edotti gli avversari.
In conclusione, avevi tutti i diritti di passare, ma… Non ti sceglierei come compagno 😄 !
Antonio Riccardi