Il Consiglio Esecutivo della World Bridge Federation (Federazione Mondiale di Bridge) si è riunito a Philadelphia, dove è in corso il National Americano di Primavera.
Durante la riunione sono state prese decisioni che hanno un notevole impatto sul Bridge agonistico di alto livello.

Il Consiglio Esecutivo ha infatti deciso all’unanimità che, a partire dal 2019, i Campionati del Mondo a squadre (che si tengono negli anni dispari) comprenderanno, oltre alle tre categorie Open (Bermuda Bowl), Femminile (Venice Cup) e Senior (d’Orsi Trophy), anche la serie Mista.
Per partecipare ai Mondiali a squadre è necessario qualificarsi (ciascuna delle otto zone in cui è diviso bridgisticamente il mappamondo ha a disposizione un numero di posti prefissati e deve quindi svolgere delle competizioni fra le rappresentative nazionali per stabilire quali stati sotto la propria giurisdizione hanno diritto a presentare una squadra). Le qualificazioni saranno necessarie anche per la partecipazione al Mondiale a squadre miste.

Il Consiglio Esecutivo ha anche stabilito, questa volta a maggioranza (con due astensioni), che il numero di formazioni partecipanti ai Campionati del Mondo a squadre sarà portato da 22 a 24 in ciascuna categoria. A beneficiare dell’aumento del tetto di iscrizioni sarà l’Europa, che avrà diritto di presentare due Nazioni in più.