Con l’assegnazione del più importante trofeo del National, la coppa Reisinger, si è concluso l’appuntamento americano d’Autunno.
Il torneo a squadre Board-a-Match è stato vinto da una rappresentativa cinese, mentre il miglior risultato dei nostri connazionali in questa competizione è stato quello di Leonardo Cima, Massimiliano Di Franco e Andrea Manno, che hanno raggiunto la semifinale.

Le ultime soddisfazioni per i nostri colori sono arrivate dal padovano Dano De Falco, che ha conquistato il secondo posto nel prestigioso torneo a squadre Swiss iniziato venerdì e Cima, Di Franco, Manno, primi nel torneo Swiss di domenica.

Reisinger Board-a-Match

Il Presidente americano Bob Heller (terzo da destra) presenta il trofeo a Yinghao Liu, Jack Zhao, Yuxiong Shen, al cng Jianhua Miao e Zijian Shao

Anche la Reisinger ha preso il via venerdì. Articolata su sei sessioni, per un totale di tre giorni di gara, è la competizione di punta del National d’Autunno. Insieme a quello della Vanderbilt e della Spingold, il trofeo Reisinger è il premio a squadre più ambito del panorama americano, nonché l’unico riferito a una gara con formula Board-a-Match.

Le squadre italiane più titolate, Cayne e Lavazza, hanno purtroppo mancato la qualificazione alla semifinale, raggiunta invece, come anticipato, dal team di Cima, Di Franco e Manno, che hanno giocato nella formazione di Connie Goldberg con l’americano Bill Eisenberg e il portoghese Antonio Palma.

La vittoria è andata alla squadra cinese di Jianhua Miao (cng), Yinghao Liu, Jack Zhao, Yuxiong Shen e Zijian Shao. Sul secondo gradino del podio è salito il team americano-israeliano-polacco di George Mittelman, Ron Pachtmann, Piotr Pawel Zatorski e Ken Bercuson. Il bronzo è andato a Jacek Pszczola (polacco/americano), Jacek Kalita, Michal Nowosadzki (polacchi), Sjoert Brink e Bas Drijver (olandesi).

North American Swiss Team

Bart Nab, Dano De Falco, Patricia Cayne, Bob Drijver, Verbeek, Danny Molenaar

Ottimo Dano De Falco! Come anticipato nell’introduzione, con i suoi compagni del team di Patricia Cayne (oltre all’americana, i quattro olandesi Tim Verbeek, Bob Drijver, Danny Molenaar e Bart Nab) ha raggiunto il secondo posto di questa competizione, sfiorando anche il primo gradino del podio.
Per 1,51 vp i primi classificati sono stati gli olandesi Wubbo De Boer, Agnes Snellers, Joris van Lankveld e Berend van den Bos. Terzo piazzamento per il team Hemant Lall, Reese Milner (americani), Sabine Auken, Roy Welland (ufficialmente tedeschi, ma di origine danese e americana), Frederic Wrang e Johan Sylvan (svedesi).

Berend Van Den Bos, Agnes Snellers, Wubbo De Boer, Joris van Lankveld

Mixed Swiss Teams

Viktor Aronov, Ahu Zobu, Lynne Rosenbaum, Valentin Kovachev, cng Billiana

Parallelamente a questo Swiss a squadre open, si è disputato quello per formazioni miste. Il torneo è stato vinto dalla squadra di Valentin Kovachev, Lynne Rosenbaum (americani), Ahu Zobu (turca) e Viktor Aronov (bulgaro). Secondo posto per Tatiana Dikhnova, Tatiana Ponomareva, Aleksander Dubinin, Andrew Gromov (russi), Geir Helgemo (di origine norvegese, attualmente ufficialmente monegasco) e Jessica Larsson (norvegese). Terzo piazzamento per gli americani Jill Levin, Shane Blanchard, Robert Lebi, Jill Meyers, Alison Wilson e Kent Mignocchi.

Il miglior risultato italiano in questa competizione è quello di Giuseppe Delle Cave, di Roma, settimo con i suoi compagni Signe Buus Thomsen (danese), Claire Alpert e Marc Spellman (americani).

Trofeo Goren

Il trofeo Goren, assegnato al giocatore che, nell’arco del National d’Autunno, ottiene più masterpoint, è stato vinto dall’americano Joe Grue. Nella corsa al titolo spicca il nome italiano di Dano De Falco, dodicesimo.

Altri risultati italiani

Cima, Di Franco e Manno hanno chiuso il loro National in bellezza conquistando (con il loro consueto team) il primo posto in un torneo a squadre Swiss in programma per oggi. Il campo di gara era impreziosito da numerosi nomi del bridge internazionale di vertice, dato che aumenta il prestigio della vittoria dei nostri connazionali.