Napoli, culla di campioni come Benito Garozzo, Pietro Forquet ed… Eugenio Chiaradia. Proprio a quest’ultimo esponente del Blue Team è dedicato l’annuale appuntamento del capoluogo campano con il Bridge Nazionale.

Il 24° Trofeo Chiaradia si è svolto sabato 2 e domenica 3 dicembre presso il Circolo Nautico Posillipo. Con i suoi 91 anni di storia e le 103 medaglie d’oro conquistate dai suoi atleti, il Posillipo, affacciato sul Golfo, è un’istituzione dello sport napoletano.

Per il terzo anno, l’evento a squadre è stato preceduto dal Torneo a coppie Città di Napoli, in programma per il venerdì pomeriggio. La competizione introduttiva è stata vinta da Annamaria Meoli e Silvio Sbarigia (63,02%), seguiti in classifica da Antonio Lardo – Francesco Natale (62,32%) e Cristina Golin – Enrico Guerra (58,67%).
La gara, non a caso, si è conclusa alle 19.30, giusto in tempo per cenare e dedicarsi nuovamente al tappeto verde… Quello del San Paolo, però, che ospitava la partita fra Napoli e Juventus. L’organizzazione ha allestito un grande schermo per consentire ai partecipanti (fra i quali molti bianconeri) di non perdere il match.

Sabato è iniziata la competizione di punta, a cui hanno preso parte 44 formazioni. A prevalere nel campo di gara costellato di nomi illustri del Bridge nazionale sono stati Andrea Boldrini, Aldo Gerli, Federico Iavicoli, Simonetta Paoluzi e Vincenzo Serino.
E’ un momento di grande forma per i ragazzi, che nei recenti tornei nazionali e internazionali italiani hanno allineato piazzamenti e primi posti. La squadra, per quattro quinti romana e per un quinto padovana (Gerli), ha superato per frazioni di vp il team di Emanuela Capriata, Nino Masucci, Cristina Golin ed Enrico Guerra. Terza posizione per la formazione di Devid Ceccanti, Massimo Murolo, Luigi Palmieri e Davide Picone.

Federico Iavicoli, Simonetta Paoluzi, Aldo Gerli, Andrea Boldrini

L’organizzazione è stata curata da Gustavo Pisano (Presidente comitato organizzatore), Pio Arcieri, Olga Auricchio, Isabella Colucci e Davide Picone. La direzione tecnica è stata affidata a Massimo Ortensi e quella arbitrale ad Alessandro Orsillo. Alla manifestazione è intervenuto il Consigliere Federale Alessandro Piana.

Gite turistiche guidate nei luoghi più suggestivi della città e dei dintorni hanno impreziosito i momenti liberi dal gioco.

“Come tutte le cose belle non è stata priva di difetti e di imperfezioni […]. Ne prendo atto e mi propongo di correggermi scusandomi con chi ha dovuto subire difetti di ospitalità difficilmente prevedibili. Ringraziando tutti con sincero affetto cominciando con la mia squadra da oggi, anzi da domani, perché siamo tutti un po’ stanchi, a lavorare per la …. “perfezione” del Città di Napoli 2018” ha dichiarato Pisano.