Il National Americano d’Autunno è finalmente entrato nel vivo. Dopo i tornei interlocutori dei primi giorni, ieri si è conclusa una delle più importanti competizioni in programma, con un ottimo risultato per gli italiani a San Diego: il secondo posto della squadra Cayne (con Giovanni Donati, Lorenzo Lauria e Alfredo Versace) nel torneo Mitchell Board-a-Match.

Il Mitchell Board-a-Match

Il torneo è iniziato domenica. Il nome non deve ingannare: la formula della gara è Board-a-Match (quindi a squadre) e la competizione è intitolata a Victor Mitchell, uno dei personaggi più caratteristici del Bridge americano, che ha fatto il suo ingresso nella “Hall of Fame” della Federazione statunitense nel 1996.
L’evento comprendeva quattro sessioni: due di qualificazione e due di finale.

La storia di questa competizione è colorita da un particolare: l’edizione del 1977 conta tre soli vincitori. Davvero insolito, per un torneo a squadre! Uno dei quattro giocatori della squadra che ha vinto il titolo si è sentito male dopo la prima delle quattro sessioni ed è stato sostituito per la seconda sessione. Sentendosi meglio, ha giocato la terza, ma nel mezzo del segmento ha perso i sensi ed è stato portato in ospedale in ambulanza. È stato necessario, per il suo compagno, trovare immediatamente un rimpiazzo, così è stato reclutato un giocatore che era nei paraggi (non lo stesso del giorno prima). Dal momento che questa persona non era disponibile per la quarta e ultima sessione, un nuovo elemento è stato aggiunto: il terzo sostituto in due giorni. Nessuno dei “supplenti”, né il titolare originario, aveva allineato il numero di mani minimo a vedersi riconoscere il titolo.

Giovanni Donati, Lorenzo Lauria e Alfredo Versace hanno giocato nella squadra del capitano Jimmy Cayne, insieme anche a Mustafa Cem Tokay e Alan Sontag.
A vincere il torneo è stata la formazione Schwartz, con Diyan Danailov, Jerry Stamatov, Richard Schwartz, David Gold e Michael Bell: un sodalizio americano-bulgaro-inglese.
Il terzo posto è andato al team americano-bulgaro di Nikolay Demirev, Rose Meltzer, Vladimir Marashev, Ivan Tsonchev, Rosen Gunev e Kalin Karaivanov.

La squadra Lavazza, di Alejandro Bianchedi, Dennis Bilde, Norberto Bocchi, Giorgio Duboin, Agustin Madala e Antonio Sementa, era in testa dopo il primo giorno di gara, con un vantaggio di due punti e ha concluso la gara in quarta posizione.

Fra gli altri italiani in gara, Dano De Falco si è classificato 12° nella squadra di Patricia Cayne e Leonardo Cima, Massimiliano Di Franco e Andrea Manno 26esimi con il team di Connie Goldberg.

Nail Life Master Pairs

Barbara Dessì e Leonardo Cima hanno conquistato la finale del Nail Life Master Pairs, prestigiosa competizione a coppie, concludendo la competizione al 23° posto, in un campo di gara estremamente competitivo. Il torneo è stato vinto da Dennis Bilde (danese, anche componente della squadra Lavazza) e Alon Birman (israeliano), seguiti sul “podio” dai francesi Robert Quentin –  Godefroy De Tessieres e Thomas Bessis – Frédéric Volcker.