Il Festival di Venezia ha rappresentato per un trentennio l’evento da non perdere per gli appassionati di Bridge di ogni parte d’Italia e per i campioni di fama internazionale.
È stata quindi una sorpresa molto gradita per tutti veder riapparire, dopo nove anni di interruzione, il Festival in calendario.

Tre le gare in programma al Palazzo del Casinò del Lido di Venezia: il torneo a coppie miste (mercoledì 8 novembre), il torneo a coppie open (giovedì 9) e lo squadre open (venerdì 10 e sabato 11).

Dall’inizio della scorsa settimana, con lo sbarcare (in senso stretto!) dei bridgisti al Lido di Venezia, i social network si sono riempiti di fotografie degli affascinanti paesaggi della laguna, delle sale con vista sul mare e di selfie con i campioni internazionali presenti.

La macchina organizzativa intanto lavorava per offrire tutta la gamma di servizi possibili: dalla duplicazione delle smazzate di ogni tavolo, ai badge con codici a barre per la stampa delle fiches, alle classifiche in tempo reale nella sede di gara e su internet, alla trasmissione in diretta mondiale di un incontro per turno, ricreando l’atmosfera tecnologica di un vero campionato.

Al Misto hanno partecipato 120 coppie. Ad aggiudicarsi la vittoria, con il 64,39%, sono stati Annamaria Lombino e Giovanni Casu. I romani sono seguiti in classifica dai friulani Sara Cividin e Nerio Ricci (63,95%) e da Wafa Haddad (Libano) e Jerry Stamatov (Bulgaria) (62,77%).
Classifica

All’Open hanno preso parte 150 coppie. Il primo posto è andato alla ormai famosissima coppia mista formata da Monica Aghemo e Andrea Buratti, unici italiani sul podio. Con il 64,44%, Monica e Andrea hanno resistito all’inseguimento degli inglesi Steve Root e Niall Igoe, secondi classificati (64,03%). Il terzo posto è stato conquistato dai polacchi Piotr Marcinowski e Mateusz Sobczak (63,97%).
Fra le tante coppie in gara, fa sempre piacere vedere un grande campione sedere di fronte a una giovanissima promessa: Giorgino Duboin ha partecipato al torneo insieme a Giovanni Donati, concludendo la gara col 57,30%.
Classifica

Il torneo a squadre era, come sempre, la gara più attesa. Hanno partecipato 53 formazioni. Ad avere la meglio è stato il fortissimo team bulgaro-greco formato da Hanan Akkad, Diyan Danailov, Nikos Delimpaltadak, Rossen Gunev e Vassilis Vroustis. Sul secondo gradino del podio sono saliti i nostri connazionali Andrea Boldrini, Francesco Ferrari, Aldo Gerli e Alberto Sangiorgio, che, riferiscono erano primi fino all’ultimo sfortunato board. È un risultato comunque favoloso per la giovane formazione, in un campo di gara davvero di grande prestigio. Al terzo posto, infatti, troviamo niente meno che la squadra Lavazza, con Alejandro Bianchedi, Dennis Bilde, Norberto Bocchi, Giorgo Duboin, Agustin Madala e Antonio Sementa, che hanno onorato il Festival con la loro presenza.
Classifica

I vincitori della gara a squadre

All’evento sono intervenuti anche il Presidente FIGB Francesco Ferlazzo Natoli, il vice Presidente Stefano Back, il Consigliere FIGB Luigina Gentili e il Presidente del Comitato Regionale Veneto Rocco La Torre.

Il Festival del Bridge di Venezia è stato creato, curato e cresciuto dal compianto Rodolfo Burcovich. Contando tutte le edizioni della lunga storia di questo appuntamento, quella di quest’anno è la 43esima.
Il Comitato Organizzatore di questa edizione è stato composto dal Circolo del Bridge di Venezia, dall’Associazione Proloco Lido di Venezia e dal Consorzio di promozione “Venezia e il suo Lido”. I Coordinatori Generali dell’evento sono stati Andrea Dalpozzo e Gianmaria Rebecchi, Presidente dell’Associazione Circolo del Bridge di Venezia. La Direzione Tecnica è stata affidata a Massimo Ortensi e Silvia Valentini e quella Arbitrale ad Antonio Riccardi e Manolo Eminenti.