Bridge, lo Sport della Mente

National Americano a Toronto (6)

da | Lug 25, 2017 | 0 commenti

Argomenti:

Tutte le squadre con schierati giocatori italiani sono sopravvissute al primo taglio della Spingold, ad eccezione di una. Leonardo Fruscoloni e Arianna Testa hanno avuto contemporaneamente il coraggio e l’onore di scendere ai tavoli di una delle competizioni più impegnative al mondo. Siccome gli abbinamenti del tabellone a KO sono basati sul criterio delle teste di serie, i giovani romani (ma Leonardo è itinerante fra la Capitale e New York) si sono trovati ad affrontare da subito una squadra altamente competitiva, contro cui hanno reso oltre ogni aspettativa. Schierati, rispettivamente, con l’americana Margie Tucker Cole e il professionista turco Omer Ekinci, hanno registrato un parziale a proprio favore in tre dei quattro segmenti del loro incontro con il team Hill di Joyce Hill, Justin Lall, Shan Huang, Kevin Dwyer e Kevin Bathurst. Nel terzo tempo, però, i punti persi sono stati troppi e così il risultato complessivo del match ha tagliato fuori dal tabellone proprio i nostri.

Semaforo verde, come anticipato, per le altre rappresentative in toto o in parte tricolore. Prima di andare a vedere quali avversarie toccheranno oggi ai nostri connazionali, soffermiamoci sulla notizia più sensazionale del giorno: la precocissima eliminazione della corazzata Monaco, con schierati anche il numero 1, 2 e 3 del mondo (Geir Helgemo, Tor Helness e Franck Multon). Forse per la stanchezza accumulata dal ping pong fra i continenti (gli Europei di Montecatini, la Yeh Cup in Giappone e a stretto giro il National in Canada), forse per un po’ di sfortuna, forse per l’efficacia degli anatemi dei tifosi Azzurri che si sono visti soffiare dalla rappresentativa del Principato Lauria-Versace a tre settimane dai mondiali, la corazzata biancorossa ha perso contro un team di junior americani. Ricordiamo che Lauria-Versace non sono parte, in questo National, della formazione Monaco, ma della squadra Cayne (tuttavia, l’ingaggio ricevuto dal team del Principato li ha portati a rinunciare a rappresentare l’Italia alla incombente Bermuda Bowl).

I ragazzi che hanno compiuto l’impresa sono Kevin Rosenberg, Adam Kaplan, Ben Kristensen e Christian Jolly, già noti per aver rappresentato gli Stati Uniti nella Nazionale junior. Si tratta quindi di giocatori già quotati, ma comunque non comparabili per esperienza e tecnica alla squadra di Pierre Zimmermann.

La squadra Lavazza (testa di serie numero 3 – Norberto Bocchi, Alejandro Bianchedi, Dennis Bilde, Giorgio Duboin, Agustin Madala, Antonio Sementa ) oggi incontrerà la formazione di Richard Bowley, Simon Cope, Sally Brock, Barry Myers, Gerry Wood e Daniel Lavee (testa di serie numero 62).

La squadra Cayne (testa di serie numero 7 – Jimmy Cayne, Giovanni Donati, Lorendo Lauria, Alan Sontag, Mustafa Cem Tokay, Alfredo Versace) oggi incontrerà la formazione indiana di Debabrata Majumder, Sumit Mukherjee, Krishnan Ramaratnam, Kirubakara Moorthy (testa di serie numero 58).

La squadra Di Franco (testa di serie numero 24 – Massimiliano Di Franco, Bill Eisenberg, Connie Goldberg, Choon Chou Loo, Andrea Manno, Hua Poon) oggi incontrerà la formazione di Walter Lee, Li-Chung Chen, Jiang Gu, Dawei Chen (testa di serie numero 41).

La squadra De Falco (testa di serie numero  35 – Dano De Falco, Bob Drijver, Danny Molenaar, Bart Nab, Patricia Cayne, Tim Verbeek) oggi incontrerà la formazione di Robert Hollman, Bruce Ferguson, Magdalena Ticha, Richard Ritmeijer, Berend Van Den Bos, Joris van Lankveld (testa di serie numero 30).

La squadra Steinberg (testa di serie numero 59 – Jonathan Steinberg, Alex Hudsonm Waldemar Frukacz, David Sabourin, Adolfo Madala, Robin Fellus) oggi incontrerà la formazione di Andrew Rosenthal, Aaron Silverstein, Chris Willenken, David Berkowitz, Bob Hamman, Eldad Ginossar (testa di serie numero 6).