Bridge, lo Sport della Mente

Europei Giovanili: Italia-Slovacchia

da | Lug 25, 2017 | 0 commenti

Dopo quattro giorni di soli Under 26, finalmente BBO ha regalato qualche incontro di Under 21, e per nostra fortuna ha cominciato dai campioni del mondo in carica, che fronteggiavano i padroni di casa.
I nostri avversari languivano in posizione decisamente bassa in classifica, e presto hanno dato ampia dimostrazione del perché. E per fortuna, perché la mani in realtà non si prestavano quasi per niente a fare la differenza, come dimostrato dall’unico punto segnato, e dagli avversari, nelle prime quattro mani, per il resto piattissime.
Piattissima doveva essere anche la quinta, ma la Ploscicova ha commesso un errore da principiante.

La prima stranezza si è vista in licita, dato che Sud ha detto 2NT con due scartine nel colore non dichiarato, ma questo sarebbe costato non più di uno o due IMP in prese in più, se solo la dichiarante non avesse preso il secondo giro di picche, così lasciando ad Est la fatale carta di comunicazione col compagno. +11.
Un altro orrore, questa volta difensivo, e di un diverso avversario (Miklovic) ci ha concesso altri 13 IMP subito dopo.

Passi l’attacco a picche, già di per sé criticabile, dato che la licita di 2Cuori di Nord era artificiale, ma quando Porta ha giocato quadri verso il Fante, Est ha vinto con il Re e nemmeno in quel momento ha pensato di tornare cuori, ripetendo invece quadri. Nord non si è fatto sfuggire l’occasione di fare il sorpasso al FioriJ ed impacchettare nove prese.
La mano dopo abbiamo incassato altri 2 IMP, ma potevano essere molti di più, se il povero Scatà non avesse creduto a Sud, come molti di meno se gli avversari avesse licitato meglio.

Il curioso sistema degli EO di sala chiusa ha prodotto un contratto tanto pessimo quanto sotto di battuta, mentre i nostri sono approdati al normale 4Picche. Questo contratto si dovrebbe fare, giocando le migliori chance, ma Scatà non poteva immaginare che Sud avesse detto 2Fiori con quelle carte, e tanto meno che Nord non avesse appoggiato con le altre! La difesa ha cominciato con due giri di fiori, e poi la CuoriQ, che il dichiarante ha preso in mano. l’PiccheA ora, e poi QuadriAK e picche, affidandosi al sorpasso in atout. -1 quando il sorpasso a quadri, o QuadriAK e quadri taglio gli avrebbero consegnato dieci prese. Forse Est avrebbe dovuto giocare comunque quadri per il Fante, perché se anche il sorpasso fosse andato male, avrebbe ancora avuto la chance di fare in seguito l’impasse in atout, a meno di non trovare due sole quadri in Nord, circostanza impossibile dalla licita.
Altro giro, altro regalo.

Nove prese dovrebbero essere facili, ma Miklovic ha trovato una variante perdente. Dopo quadri per l’Asso ed il ritorno nel colore, Est ha vinto, incassato tre fiori scartando quadri, tagliato basso una fiori (picche da Nord), e proseguito con una picche per il Fante del morto ed una cuori per il Fante della mano. Una picche avrebbe ora ridotto Nord all’impotenza, ma il dichiarante ha invece curiosamente scelto di muovere cuori di mano, e Nord non ha avuto altro da fare che incassare CuoriAQ e proseguire a quadri. 6 IMP.
Un altro errore col morto ci ha portato 3 ulteriori IMP (una sotto leveé di troppo), gli ultimi, perché nell’ultima mano non era proprio possibile fare meno di undici prese in un banale 4Picche.
Il totale è stato pari a 35-1, ovvero 18.44-1.56.