Bridge, lo Sport della Mente

European Open Championships (7)

da | Giu 16, 2017 | 0 commenti

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] Stampa

Con solo coppie a tenere banco, la cronaca non può che essere didascalica, ed in particolare riportare qualche cifra e nomi sparsi.
Ieri era la volta della prima parte della finale a Coppie Miste, ed in contemporanea della EBL Cup, un evento, quest’ultimo, diverso dai consueti tornei di “Consolazione” del passato, giocati dalle coppie escluse dalla finale. Infatti, sebbene per i giocatori che avevano già partecipato alle fasi eliminatorie del Coppie Miste l’iscrizione fosse gratuita, questi potevano però giocare in formazione diversa, ed inoltre l’accesso non era riservato a loro, tanto che sono state oltre venti le nuove coppie iscritte.
Nella finale, conducono i favoriti della vigilia, Sabine Auken e Roy Welland, coppia di altissimo livello anche in ambito open, grazie alla presenza di quella che al momento è, probabilmente, la più forte giocatrice del mondo, o almeno una delle primissime. Al di sotto, lontani poco più di un top, i giovanissimi polacchi Justina Zmuda e Michal (mi raccomando: si legge Michau) Klukowski. Tutti e due si sono ricoperti di gloria a livello giovanile, dove hanno vinto qualunque cosa fosse possibile (e sono ancora in attività!), ma Klukowski ha aggiunto ai suoi titoli Youth anche la bellezza di un “mondiale” a squadre Open (Sanya 2014: a diciotto anni è stato il più giovane campione del mondo di sempre) e niente meno che una Bermuda Bowl (Chennai 2015). Terzi i cinesi Hu-Sun.
In un tale “parterre de rois” i nostri rappresentanti hanno stentato: per qualche tempo sono stati tra i primi venti, con picchi anche migliori, Manuela Gemignani e Lorenzo Stoppini, ma sono poi scesi drammaticamente nel finale. I migliori sono ora Eria (Carmela) Franco e Michele Cammarata, ventiquattresimi con il 50,22%.
Oggi altre cinquanta mani per decidere il podio.

Classifica

Nella EBL Cup conduce una coppia inglese a me ignota, mentre conosco bene i croati al secondo posto – la simpaticissima Renate Muller è una habitué della nazionale femminile del suo paese – e soprattutto i russi che occupano la terza piazza: Anna Gulevich (nominata “Miss Championship” per la sua avvenenza) e Georgi Matushko sono tra i freschi vincitori dello Squadre Miste. Subito dopo i migliori degli italiani, Marzi-Vitale.

Classifica

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] [wpsr_plusone]