Bridge, lo Sport della Mente

European Open Championships (6)

da | Giu 15, 2017 | 0 commenti

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] Stampa

Spentasi l’eco della meravigliosa finale dello Squadre Miste, a farla da padrone sono ora le Coppie Miste, sulle quali si rivolgono i riflettori della cronaca.
Ieri si è svolta la fase di semifinale, la quale ha prodotto la scrematura per portare le magnifiche cinquantadue migliori coppie a disputare la finale di oggi e domani (102 smazzate, Howell Barometer). Quarantasei sono arrivate dalla Semifinale A, dove ne giocavano centoquattro, e dove era quindi necessario fare poco più del 50% per entrare tra gli eletti (alla fine l’ultima qualificata aveva il 50,52%), mentre sei provengono dalla Semifinale B. Emergere da quella bolgia era molto più complicato: centosessantadue erano le contendenti, e i posti pochi, tanto che alla fine è stato necessario avvicinarsi al 60% per farcela (58,4).
Noi avevamo otto coppie tra le migliori della qualificazione, e di queste cinque hanno superato il secondo taglio: Versace-Pramotton (sesti, ed a lungo in testa), Colonna-Ligambi (ventinovesimi), Gemignani-Stoppini (trentesimi), Cammarata-Franco (quarantesimi) e Colombo Brugnoni-Garbosi (giusto sul bordo: quarantacinquesimi, dopo una bella rimonta giusto nel finale: il classico “tuffo sul traguardo”!).
Le prime tre coppie, i russi Gromova-Gromov (Andreij e Victoria, sposi), i francesi Bessis-Bessis (madre Veronique e figlio Thomas) e Auken-Welland (formalmente tedeschi, ma Welland è americano e vive in Germania solo lo stretto necessario per ottenere il certificato di “bona fide resident”, mentre la Auken, neé Zenkel, tedesca lo è davvero per natali, ma vive in Danimarca da oltre vent’anni) sono tra le prime favorite della finale, alle quali aggiungerei Ritmeijer-Ticha e Zur Campanile-Willenken, ma queste ultime dovranno concedere qualcosa in termini di carry-over (un po’ meno di un top e poco più di un top, rispettivamente).

Semifinale A

Semifinale B

Per tutti quelli che non ce l’hanno fatta, e anche per chi sia giunto a Montecatini apposta, comincia oggi anche la EBL Cup, torneo su due giorni di 104 smazzate complessive, e con tutte le mani duplicate (anche quella si gioca con formula barometro), ovvero quanto di meglio si può offrire in termini organizzativi. Il divertimento, dato l’eccezionale livello dei partecipanti, è assicurato.
La finale andrà in diretta su BBO e Youtube: nove tavoli saranno coperti dalla trasmissione. Per coloro i quali masticano la lingua inglese, in due tavoli ci sarà la possibilità di seguire il commento audio.

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] [wpsr_plusone]