Bridge, lo Sport della Mente

European Open Championships (3)

da | Giu 12, 2017 | 0 commenti

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] Stampa

Due giorni di gara a squadre miste, ed è già tempo di KO, fase raggiunta dalle migliori sedici delle originali centoquattordici formazioni: una scrematura impegnativa, che obbligava a medie elevate per qualificarsi.
Sono state molte le escluse, tra le favorite iniziali: ben tre delle prime dieci teste di serie (3, 5 e 10), ed un totale di sette delle prime sedici. Un’ecatombe che ha visto purtroppo coinvolte anche due delle nostre formazioni: CALANDRA, che partiva dal numero tre, e FORNACIARI, numero cinque. La prima ha avuto un cammino abbastanza incerto dall’inizio alla fine, galleggiando ai margini della qualificazione, ma senza mai trovare lo spunto per un’impennata. La seconda, invece, ieri l’altro fuori di poco, è subito risalita per insediarsi stabilmente nel gruppo delle migliori, ma proprio nell’ultimo turno è incappata in una durissima sconfitta (0-20) per mano di WARD PLATT, quando le sarebbero bastati meno di 4 VP per entrare nell’empireo.
Nessuna delle nostre compagini è riuscita a superare il “taglio”, anche se non sono mancate quelle che ci sono andate vicino. Tra queste PERSIANI, che è stata tra le prime per lungo tempo e che ha concluso ventisettesima (una posizione sopra CALANDRA), e VINCI, ventunesima alla fine, la quale era partita bene, poi precipitata, e infine autrice di un bel tuffo sul traguardo (19.1 nell’ultimo turno, a spese nientemeno che di BROEGELAND), purtroppo tardivo.
In cima, MNEPO, formazione russa originariamente accreditata della teste di serie numero 34, ha concluso come aveva cominciato: dominando. I russi hanno infatti vinto nove dei loro dieci incontri, giusto pareggiando l’ultimo.
Tra le elette non mancano nomi di grande rilievo, sia in ambito maschile che, forse ancor più, femminile: tutte le migliori giocatrici del mondo, con pochissime eccezioni, sono presenti tra le prime sedici, a conferma di quanto sia l’elemento “rosa” quello davvero decisivo in una competizione mista.

Questa la classifica delle più brave:

1 MNEPO 148.58
2 WILSON 143.09
3 BERKSMA 135.59
4 ZIMMERMANN 135.28
5 ROSENTHAL 134.78
6 WARD PLATT 133.47
7 PSZCZOLA 132.28
8 PUILLET 128.37
9 BLUE NOTE 122.16
10 TAKK 121.83
11 HELGENESS 121.47
12 FERM 121.34
13 SEMERCI 119.23
14 LARA 118.41
15 SAKR 118.04
16 EMMER 117.25

E questo il tabellone a KO, che è stato determinato dalle scelte effettuate dalle prime quattro squadre classificate (posizionate quindi 1-4), e, per quanto riguarda gli altri accoppiamenti, dalla originale classificazione tra le teste di serie:

1. MNEPO Gulevich, G. Matushko, S. Orlov,O. Pavlushko, E. Rudakov, E. Rudakova A.
vs.
16. SEMERCI B. Basaran, C. Berktas, S. Merze, U. Semerci

8. FERM D. Bilde, S. Brink, B. Ferm, J. Hop, C. L. Madsen, M. Wortel
vs.
9. WARD PLATT T. Bessis, B. Cronier, C. Lorenzini, K. Ward-Platt, J. Zochowska

5. HELGENESS G. Helgemo, G. Helness, T. Helness, J. Larsson
vs.
12. PUILLET P. Franceschetti, A.L. Huberschwiller,Carole Puillet, Quentin Robert

13. EMMER L. Molle, E. Schippersbosklopper, R. Stienen, M. Ter Laare
vs.
4. ZIMMERMANN P. Cronier, T. Dikhnova, C. D’Ovidio, F. Multon, S. Willard, P. Zimmermann

3. BERKSMA D. Berkowitz, D. Berkowitz, L. Berkowitz, A. Jansma, J. Jansma
vs.
14. TAKK K. Furuta, A. Miyakuni, K. Miyakuni, T. Nishimura

11. BLUE NOTE G. Brewiak, R. Jagniewski, E. Mauberquez, E. Monod, J. Romanowski, M. Rossard
vs.
6. SAKR K. Dufrat, M. Klukowski, Krzysztof Martens, M. Nowosadzki, M. Sakr, J. Zmuda

7. PSZCZOLA S. Auken, J. Blass, J. Pszczola, Anna Sarniak, J. Seamon-Molson, Roy Welland
vs.
10. ROSENTHAL M. Michielsen, A. Rosenthal, J. Upmark, C. Willenken, M. Zur-Campanile

15. LARAT. Delmas-Sirven, D. Gaviard, M. J. Lara, M. D’ Orey Capucho
vs.
2. WILSON I. Gronkvist, R. Ritmeijer, M. Ticha, R. Van Prooijen, A. Wilson

Non si può dire che manchino i i fenomeni, né incontri molto interessanti, ma certo, tra tutti, spicca quello della parte bassa del tabellone tra PSZCZOLA e ROSENTHAL, due formazioni tra le grandi favorite.

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] [wpsr_plusone]