Bridge, lo Sport della Mente

Selezioni negli Stati Uniti – Le Semifinali

da | Mag 8, 2017 | 0 commenti

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] Stampa

Nel fine settimana, Gli Stati Uniti hanno selezionato la rappresentativa che vestirà la maglia a stelle e strisce ai prossimi Campionati del Mondo a squadre, che si svolgeranno a Lione in Agosto. Di seguito, la cronaca della Semifinale.

HARRIS ha cominciato il suo incontro nella veste di animale destinato al sacrificio, ma dopo quattro tempi dove ha interpretato la parte, all’improvviso le cose sono cambiate nel quinto parziale, dove è stata in grado di ammassare ben 65 IMPs contro i miseri 9 degli avversari. Una bastonata non certo usuale per NICKELL, che è uscita male da quasi tutte le mani selvage del turno.
Le stesse distribuzioni che hanno permesso and a DWYER di recuperare un bel po’ di punti nell’altra semifinale contro DIAMOND (71-28).
In entrambi gli incontri il sangue è scorso già nella prima mano. Tutto risiede nella decisione sul da farsi con le seguenti carte: Picche A K 6 5 3 CuoriQuadri A 8 7 5 2 Fiori A 5 4. L’avversario di sinistra apre primo di mano di 1Fiori, il vostro compagno salta a 3Cuori e ora tocca a voi scegliere una licita.
Kamil, Lo e Weinstein hanno tutti pescato nel bidding box un cartellino verde, mentre Colher, forse influenzato dallo stato del match, ha rialzato a quattro. Ed ha avuto ragione lui, dato che la manche era di battuta e la sua squadra ha scritto 6 IMP, mentre NICKELL ne ha incassato uno quando Barron ha realizzato solo 10 prese contro le 11 di Levin. Questa la mano completa:

Ben più pesante la mano 2:

DIAMOND vs DWYER

2Picche = intesa come forcing

2Picche = intesa come forcing

NICKELL vs HARRIS

2Quadri = Flannery

Una prima differenza l’ha fatta la licita: Platnik ha deciso di starsene zitto dall’inizio alla fine, mentre gli altri tre tavoli hanno raggiunto il contratto di 4Cuori, sebbene in modi assai diversi. Rimarchevole l’interferenza di  2Fiori di Becker, l’unico ad effettuarla, ed il fatto che Lo-Liu stavano giocando un parziale prima che Nickell, del tutto ragionevolmente, offrisse loro una seconda chance che sono stati rapidi ad agguantare. Tuttavia, quel contratto è stato mantenuto due sole volte, mentre Bobby Levin è andato down, principalmente grazie al diabolico attacco di piccola cuori di Morgan! Tutta la mia simpatia a Levin per aver messo il Re, ma quando I difensori hanno potuto giocare due giri di atout il contratto era condannato. 11 IMP ad HARRIS, e la medesima quantità a DWYER quando Kamil ha mantenuto 2Picche. DWYER ha continuato la sua corsa incassando 8 IMP subito dopo, mentre NICKELL ne segnava 7 nella stessa mano. Dopo un piattissimo 3NT+2 per tutti, è arivato sul tavolo un altro board assai pesante.

DIAMOND vs DWYER

2Cuori = almeno 4-5
3SA = mostra una mano buona

NICKELL vs HARRIS

4Cuori = key card a fiori
5Fiori = due senza la dama di atout

In entrambi gli incontri è stato raggiunto il marginale slam a fiori a un tavolo ma non all’altro, e come si può vedere le carte non erano messe bene per il dichiarante. Tuttavia, dopo il medesimo attacco a picche, ed una fiori per il 10, la Dama ed il Re, Diamond ha continuato con una piccola cuori! Tutto ciò che Kamil doveva ora fare era azzeccare la posizione delle fiori, e lo ha fatto. Ha vinto la presa con il CuoriJ del morto, è entrato in mano conil CuoriK ed ha lasciato correre il Fiori7. 13 IMP a DWYER dove DIAMOND ne aveva disponibili altrettanti.
Nickell è invece debitamente andato sotto nel suo, di slam, e HARRIS ha incassato 12 IMP.
Nella mano successiva Cohen-Colher hanno guadagnato altri 10 IMP per la loro causa chiamando e mantenendo un orribile 3NT in zona – gli unici a farlo – il quale si è dimostrato imbattibile. Aveva bisogno “solo” di tre onori ben messi e, obbligatoriamente, l’FioriA doubleton in un resto di cinque carte. Mano pari nell’altro incontro.
Le mani non hanno dato respiro ai giocatori. La successiva ha visto volare via altri 23 more IMP nei due incontri, 10 per DWYER e 13 in favore di HARRIS.

DIAMOND vs DWYER

NICKELL vs HARRIS

3SA = barrage in un minore

Non sorprendentemente, visto l’atteggiamento precedente, Cohen è saltato ad un livello in più degli altri tre Ovest, e un’altra differenza l’ha fatta la reazione degli Est all’apertura a livello di quattro. Levin e Liu hanno scommesso sul miglior dividendo, mentre Platnik se ne è stato tranquillo.
Dove Cohen era il dichiarante in 5Fiori, tutti I suoi problemi sono stati risolti dall’attacco di Greco: l’PiccheA. Tuttavia, il dichiarante può sempre e comunque vincere: per esempio, dopo l’attacco a cuori vince, fa il sorpasso a fiori, incassa l’FioriA e gioca picche verso il morto. Nord fa del suo meglio lisciando, ma Ovest non ha che da vincere e giocare un altro onore di picche scartando cuori di mano. Diamond ha incassato le stesse prese, al contempo concedendo 10 IMP.
4Picche dovrebbero invece cadere, ma il solo Levin ha pagato il conto quando Morgan ha attaccato a picche, e Barron ha vinto ed ha intavolato il Quadri10. Nickell ha attaccato a cuori contro Liu, il Fante, ed il dichiarante ha vinto e giocato picche lui stesso, per l’Asso di Katz. Se Nord avesse ora giocato una quadri alta Liu avrebbe sofferto lo stesso fato del suo avversario nell’altra sala, ma Katz ha invece deciso di giocare per una diversa distribuzione ed è tornato col suo singolo di fiori. Sipario: dodici prese e 13 IMP.
La mano successiva è stata piatta tra NICKELL e HARRIS in 4Picche+3, ma DIAMOND si è presa 11 IMP quando Becker-Kamil hanno scelto 5Fiori al posto dell’altrimenti universale 4Picche. Contro quel contratto, la difesa ha incassato le sue tre prese di battuta.
Una sola mano in più, ed un’altra legnata in tutte e due gli incontri

DIAMOND vs DWYER

2Fiori = precision

NICKELL vs HARRIS

Quattro tavoli di esperti, e quattro sequenze licitative diverse. Il Massimo dei voti l’hanno preso Becker-Kamil, in grado di centrare il bersaglio grosso – lo slam è ottimo, dato che richiede le picche 3-2, o il Fante secco, ed in qualche caso può andare in porto anche con il Fante quarto – dopo l’apertura avversaria, mentre né Greco-Hampson, né Barron-Morgan ci sono riusciti a dispetto delle loro aperture naturali a fiori. Levin ha scelto poi un aggressivo contro competitivo, buono solo a spedire altri 6 IMP nelle casse di HARRIS, mentre DWYER si è accreditata di 10 meritatissimi IMP .
Improvvisamente le acque si sono un po’ calmate tra DIAMOND e DWYER, dove il punteggio della frazione stava sull’11-68: le quattro mani successive hanno registrato la miseria di 3 IMPs per DWYER e 5 per DIAMOND. Non così nel match NICKELL vs Harris, dove prima che la tempesta si placasse il board 10 ha regalato altri 10 IMP alla squadra sfavorita. Nel mentre tutti gli altri incassavano 500 contrando gli avversari in 5Fiori, Levin-Weinstein si sono arrampicati fino ad un buon 6Quadri, il quale non aveva bisogno che delle atout 2-2 o la QuadriQ secca, e persino Quadri10 singleton dopo AK avrebbe offerto la possibilità di pescare Qxx a destra. Le quadri erano 4-0 dentro, ed il dichiarante, non disponendo della sfera di cristallo, è finito down di uno.
Prima della fine del parziale c’è stata ancora azione. Gli stessi 5 IMP segnati da DIAMOND nel board 12 sono andati ad HARRIS nello stesso modo: realizzando 2Picche in una sala e battendo lo stesso contratto nell’altra. In realtà la difesa non poteva niente: tutto risiedeva nel gioco del dichiarante:

Tutti e quattro i Sud si sono trovati al volante del contratto di 2Picche,ed hanno tutti ricevuto l’ovvio attacco di QuadriK. Il gioco è stato lo stesso per le prime cinque prese: QuadriA, cuori per la Dama di Est, Picche9 per il 10, il Re e il due, e un’altra picche. I dichiaranti hanno vinto ed hanno tutti incassato l’FioriA. Qui c’è stata la differenza cruciale: sia Nickell che Kamil hanno messo in tavola il CuoriJ, che Ovest ha vinto per incassare due quadri prima di giocare un terzo giro di atout. La terza cuori ha rappresentato la presa fatale.
Morgan e Hampson hanno invece mosso una picche per il 7 del morto, quindi incassato il FioriK scartando una quadri. Una cuori verso J10 ha forzato l’Asso di Ovest, ed in seguito entrambi i vittoriosi dichiaranti hanno presentato il rimanente onore di cuori per pescare il 9 di Ovest e far diventare buono il 5.
NICKELL-HARRIS si sono equivalsi nel dichiarare uno slam a quadri di battuta nella mano 14, slam mancato ad entrambi I tavolo nell’altro incontro, infine l’ultimo fuoco d’artificio è stato sparato nel cielo.

DIAMOND vs DWYER

2Fiori = 6+Fiori, 10-15 punti

NICKELL vs HARRIS

2SA = Alertato

Quattro valutazioni differenti delle quattro, diverse mani, hanno prodotto quattro risultati altrettanto diversi, buoni per 12 IMP a DIAMOND e 6 IMP in favour di HARRIS.
Dopo tanto sforzo, le due squadre in rimonta hanno proceduto in maniera molto diversa, anche se col medesimo risultato finale. DWYER è stata surclassata da quell momento in poi, tanto che DIAMOND ha concluso con la pipa in bocca. Non così HARRIS, che è stata capace di rimanere davanti a NICKELL fino a sole otto mani dalla fine. La piena stave però montando, ed ha travolto I malcapitati. NICKELL, famosa per le sue travolgenti rimonte negli ultimi tempi ha vinto l’ultima frazione 60-1, e si è così guadagnata un posto in finale. Si troveranno quindi di fronte la due prime teste di serie.
Per quanto riguarda il CAC, già decise sia la competizione riservata alle signore, che ha visto il dominio di Trinidad & Tobago su Guadalupe, sia quella Senior, dove Barbados ha abbandonato a favore di Guadalupe con ancora venti mani da gocare. Rimane poco da dire anche nell’Open: Guadalupe è avanti di quasi 90 IMP, e solo venti mani separano le due formazioni dal traguardo finale.

 

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] [wpsr_plusone]