Bridge, lo Sport della Mente

Punteggio non conforme a quanto Alertato

da | Mag 24, 2017 | 0 commenti

Argomenti:
[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] Stampa

Ciao Maurizio,
ti disturbo per un chiarimento:
l’aprire [o il descrivere] una mano bilanciata con determinati requisiti di punteggio può essere violato?
Esistono limiti entro i quali si può restare?
Mi spiego meglio, ieri sera dopo una dichiarazione di 2Quadri [multi] – 2Cuori – 2SA [spiegato 18/19 bilanciati], che resta il contratto finale, si scopre alla fine che il dichiarante aveva 14.
Non ho trovato nulla al riguardo nelle norme integrative, deduco che sia tutto lecito o non ho cercato nel posto giusto?
Lo stesso vale per l’apertura di 1Sa, supponendo di giocarla “classica” 15-17, ci si può sbagliare e farlo con 10, così come con 22?
Ti ringrazio per la Tua attenzione,
un caro saluto,
Enrico Benassi


Ciao Enrico,
come ogni altro accordo, anche quello relativo alla forza delle bilanciate può essere violato, sia intenzionalmente, che per errore.
Tuttavia, mentre nel secondo caso non c’è restrizione di sorta – sbagliarsi non è mai peccato, ovvero non può mai costituire una violazione – nel primo, vale a dire quando la violazione sia volontaria, la sequenza va analizzata, nei tornei locali, alla luce della normativa sulle psichiche.
Perché questo porti ad una qualche sanzione, tuttavia, non basta che la deviazione sia volontaria (conditio sine qua non), bisogna anche essere in grado di affermare che sia stata effettuata all’unico scopo di trarre in inganno gli avversari. Incidentalmente, non sembra questo potere essere il caso di un giocatore che mostri 18/19 avendo 14, dato che le probabilità sono, e di gran lunga, che quello che verrà tratto fatalmente in inganno sia il compagno.
Cari Saluti,
Maurizio Di Sacco

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] [wpsr_plusone]