Bridge, lo Sport della Mente

Parere su una dichiarazione

da | Mag 4, 2017 | 0 commenti

Argomenti:
[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] Stampa

Ciao,
io e il mio compagno non riusciamo a metterci d’accordo su una sequenza licitativa.
Se aprono gli avversari e uno di noi due interviene, l’altro con una mano bilanciata di 10-11 punti senza l’appoggio terzo ma con fermo nel colore avversario deve dichiarare senza atout o surlicitare il colore di apertura?
Il mio compagno sostiene che la dichiarazione a senza atout senza conoscere la reale forza del compagno indica già una buona mano e la surlicita va riservata solo al caso di appoggio nel colore di interferanza mentre io dico che bisogna surlicitare comunque, con o senza al’appoggio.

Per esempio ieri mi sono ritrovato in Sud con la seguente mano:
Picche K 9 7 5 2 Cuori 4 Quadri A J 8 Fiori A K 4 2

L’avversario in Ovest apre di 1Quadri, il mio compagno passa e così pure Est, io riapro con 1Picche (era meglio dire contro?), Ovest passa e il mio compagno dice 1SA che rimane il contratto finale. Risultato 1SA+2, il mio compagno aveva 11 punti e due picche (c’erano anche 4Picche perchè i resti avversari erano 3-3). Ci siamo allora rimpallati le responsabilità: il mio compagno ha sostenuto che la licita di 1SA implicava già una buona mano ed io, con 15 punti e fermo a quadri, dovevo saltare a tre, mentre la mia opinione è che per indicarmi mano buona lui doveva surlicitare con 2Quadri, anche non avendo l’appoggio.
Chi ha ragione, cioè quale dei due approcci è il più conveniente?
Grazie, come al solito
Antonino Ficarra


Ciao Antonino,
ha decisamente ragione il tuo compagno. La surlicita è infatti universalmente adottata (salvo trattamenti convenzionali) per indicare una mano almeno invitante con il fit, oppure una mano molto forte (almeno 15, o equivalente distribuzione) anche senza appoggio.
Nella mano che mi ha proposto, tutto andava bene fino al tuo passo su 1SA, perché quella licita poteva venire anche da più di 11 punti: ricorda che tu avevi riaperto quarto di mano, e avresti ben potuto avere di meno. Per mostrare tutta la tua forza, avevi come migliore scelta quella di surlicitare, ovvero licitare due quadri.
Cordiali Saluti,
Maurizio Di Sacco

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] [wpsr_plusone]