Bridge, lo Sport della Mente

La Finale USA1 dei Trials Americani (7)

da | Mag 17, 2017 | 0 commenti

Stampa

Dieci mani insulse aveva riservato il sesto parziale, e ben nove erano in agguato nel settimo. Male per lo spettacolo, e malissimo per DIAMOND, che aveva bisogno di movimentare un po' il gioco.
NICKELL ha guadagna 4 IMP nel primo board e altrettanti nel quinto, sempre per la stessa ragione: qualche stiracchiatura di troppo da parte degli avversari, poi una surleveé, e poi, finalmente, qualcosa di più interessante.


Il rialzo di Greco ha creato qualche grattacapo a Rodwell, il quale è sì stato forse un po' timido, ma comunque doveva indovinare; di là, il passo di Levin ha lasciato a Lall la possibilità di surlicitare, e con quella è stato facile arrivare a slam (ma io sospetto che Lall avrebbe rialzato anche nella stessa posizione di Eric Rodwell). 11 IMP.
La mano dopo ha dimostrato una volta di più che è spesso deleterio cercare swing a tutti i costi.

2SA = 4+Picche, limite o più

Bathurst e Lall si sono agitati troppo, more solito - a me sarebbe piaciuto "contro" al secondo giro con le carte di Sud, così da mostrare valori difensivi, oltre alla lunga di cuori - ed hanno finito per pagare 100 sul niente avversario. Di là, il creativo 3NT di Hampson non ha avuto felice sorte: la difesa ha incassato le prime sei prese, e con quelle 200 punti e 7 IMP.
L'attitudine degli alfieri di DIAMOND a farsi del male da soli è continuata due mani dopo.

1Fiori = 16+
1Quadri = 0-7

1Fiori = 16+
1Quadri = 0-7

Continuando nella sua politica volta a creare swing a tutti i costi, Hampson ha prima fatto la cosa giusta contrando 3NT (giusta a carte viste, s'intende), ma poi ha fatto quella sbagliatissima attaccando con un onore di quadri. 550 agli avversari, ed un memento al famoso adagio di Edgar Kaplan: non c'è un modo specifico di giocare quando si è molto indietro, la cosa migliore è continuare a giocare a bridge"! Dall'altro lato Weinstein, che di ricami non aveva alcun bisogno, ha prosaicamente selezionato il (S)K e Sud non aveva proprio modo di arrivare a nove senza cedere almeno cinque prese agli avversari. 12 IMP.
Mancavano due mani a finire, e DIAMOND ha recuperato qualcosa di significativo nella penultima.


4Fiori = cue
4Quadri = controllo a cuori, non necessariamente a quadri

1Quadri = 2+Quadri, 10-15

Il "tagliafuori" di aperta ha funzionato a meraviglia, e così i Meckwell hanno avuto non pochi problemi a trovare la stessa, eccellente difesa operata in chiusa da Bathurst e Lall. 8 IMP.
Altri 2 IMP in prese in più, uno per parte, hanno fatto sì che il punteggio finale sia stato 28-20 per NICKELL, avanti 196-133.