Bridge, lo Sport della Mente

National Americano a Kansas City (8)

da | Mar 16, 2017 | 2 commenti

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] Stampa

Sembra che domani tornerà il sereno sono state le prime parole sentite nella mattinata del terzo giorno di neve del Missouri.  Ma nei due immensi alberghi, collegati internamente, in cui si svolge il National, con ristoranti, caffetterie, negozi all’interno, e con due squadre italiane ai quarti di finale della Vanderbilt, chi pensa davvero al clima?

First things first (prima le cose importanti) dice un proverbio americano. E la notizia più cara ai nostro colori (anche se non la più importante in assoluto della giornata bridgistica degli States) è proprio questa: Cayne e Lavazza sono ancora nel tabellone dell’evento più prestigioso. Un idillio che, purtroppo, non è destinato a durare. La sorte ci obbliga infatti ad assistere oggi ad un’altra lotta fratricida, come quella fra Lavazza e Goldberg che due giorni fa è costata la permanenza nella Vanderbilt ad Andrea Manno e Massimiliano Di Franco.

Ieri Cayne (Cayne-Graves, Lauria-Versace, Donati-Tokay) ha avuto la meglio sulla compagine di origine orientale Zhao per 87-67. Lavazza (Bianchedi-Madala, Bocchi-Sementa, Bilde-Duboin) ha prevalso per 150-113 sulla squadra Berg, che schierava campioni del calibro dei polacchi Buras-Narkiewicz e dei russi Gromov-Dubinin.

Obiettivo americano pienamente centrato per Giovanni Donati. La voce della presenza del diciottenne Azzurro agli ottavi di finale della Vanderbilt è passata di bocca in bocca fino a raggiungere la sala del bollettino. Giovanni è stato prontamente convocato per un’intervista: sembra sia la prima volta che un ragazzo così giovane arrivi a questo punto del tabellone dell’evento nazionale.

Lavazza può contare in toto sui suoi sei campioni. La formazione Cayne è invece più eterogenea: comprende lo sponsor (l’83enne Jimmy Cayne, delle cui intriganti vicende nel mondo dell’alta finanza abbiamo parlato nel sesto appuntamento da Kansas City), obbligato da regolamento a giocare anche oggi almeno 30 smazzate, e una coppia neoformata: per l’appunto Donati-Tokay.

Così Versace ieri sera: “potete già scrivere su Bridge d’Italia Online che Lavazza è in Semifinale.” Forse per rassegnazione, ma i tifosi sperano che sia scaramanzia.

I tifosi. Ne abbiamo già parlato. Alcuni sono per Torino (Lavazza), altri per Roma (Cayne), ma tutti tifano per il piccolo principe di Rimini.

Cerchiamo di vedere il lato positivo della vicenda: quando domani l’Italia si sveglierà, avrà una squadra in semifinale nella Vanderbilt e più nessun dubbio su chi tifare.

Rockwell Mixed Pairs

Il torneo a coppie miste Rockwell è stato vinto da Cristal Nell e Igor Savchenko. Al secondo posto si sono classificati Judi Radin e Dan Rubinfeld.

Cristal Nell e Igor Savchenko

Altri risultati italiani

Andrea Manno e Massimiliano Di Franco si sono classificati secondi in un torneo a squadre a KO (Wednesday Compact KO1)
Bernardo Biondo e Valerio Giubilo hanno raggiunto il quinto posto in un torneo a coppie (Jennifer Carrier Pairs).

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] [wpsr_plusone]