Bridge, lo Sport della Mente

National Americano a Kansas City (4)

da | Mar 12, 2017 | 0 commenti

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] Stampa

Kansas City non smette di regalare emozioni. D’altra parte, questa è la città in cui Walt Disney trascorse parte della sua gioventù e da cui trasse ispirazione per le sue prime animazioni, nonché il coraggio di investire tutto ciò che aveva per seguire il suo istinto e la sua passione. Qui fondò, giovanissimo, la Laugh-O-Gram, lo studio di animazione che costituì una fondamentale esperienza imprenditoriale per il genio creativo e sulle cui ceneri sorse poi la Walt Disney company.

Biondo-Giubilo sesti classificati al Lebhar IMP Pairs

Al tavolo Bernardo Biondo e Valerio Giubilo

Dopo aver conquistato il pass per la finale del Lebhar IMP Pairs, Bernardo Biondo e Valerio Giubilo hanno concluso la gara nell’Empireo dei primi dieci, classificandosi al sesto posto. Tra le 144 coppie finaliste, come anticipato ieri, figuravano nomi illustri del Bridge internazionale. La coppia di Roma è stata purtroppo sfortunata sul finale, quando ha pagato l’azzardo di due giocatori del Missouri. Arrivati al tavolo dei nostri, vedendoli circondati da un nugolo di tifosi (fra cui Alfredo Versace) hanno chiesto: “state andando bene?”

“Sì, abbastanza” hanno risposto con sincerità Biondo-Giubilo. E gli indigeni, che fino a quel punto non avevano brillato, hanno pensato bene di dare proprio ai nostri un colpo di coda, dichiarando (tutto fra apertore e rispondente): 1Fiori, 1Quadri, 1Cuori, stop 6SA. “Is it forcing?” (è forzante?) ha chiesto Bernardo con un sorriso sarcastico. Piccolo slam mantenuto e speranza di risalire ulteriormente la classifica infranta. Un podio sarebbe stato la ciliegina sulla torta, ma il risultato complessivo rimane molto positivo. I cinesi Chen Zhao e Jing Liu hanno conquistato il primo posto, seguiti in classifica dagli americani Fred King e Barry Bragin.

Chen Zhao e Jing Liu

Bill Gates vince il torneo Swiss 1-10.000

A chi lavora nelle sale stampa di quel piccolo mondo magico che è il Bridge capitano a volte delle avventure da raccontare il sabato sera a cena agli amici per le prossime 256 settimane. Scattare la foto della vittoria di Bill Gates è stato un privilegio con risvolto istruttivo. Prima lezione: inutile tentare di convincere una guardia del corpo che in un altro angolo della sala la foto verrebbe meglio per via della luce; è più saggio estrarre (con cautela) il flash. Seconda lezione: la felicità è rispettare il bambino che è in noi. La biografia del centimiliardario è una catena di successi irraggiungibili per i più, ma a Bill Gates brillavano gli occhi di gioia mentre si dedicava al suo gioco preferito. Quando è stata pubblicata la classifica definitiva dell’1-10.000 Swiss Teams, i quattro compagni di squadra (oltre a Gates, Sharon Osberg, Richard Friesner ed Eric Robinson) hanno letteralmente saltato di gioia, abbracciandosi per la vittoria ottenuta sul filo del rasoio. “Non eravamo mai andati così bene!” ha esclamato il fondatore di Microsoft. “Lo sapevo che prima o poi avresti combinato qualcosa nella vita” ha ribattuto scherzando il suo compagno di squadra. I quattro si sono dimostrati semplici e alla mano mentre si scambiavano benevole prese in giro al momento dell’intervista di rito dei vincitori con i giornalisti del bollettino. Bill Gates descrive il Bridge come uno sport straordinario, perché può essere giocato per tutta la vita, continuando a migliorare a poco a poco. Per lui i tornei sono anche un’oasi di spensieratezza: “Qui si sente libero e nessuno lo infastidisce” hanno riferito i suoi compagni di squadra.

Bill Gates, Sharon Osberg, Richard Friesner ed Eric Robinson

Ellen Kozlove, Ralph Letizia, Lee Bukstel e Michael Wolf si sono classificati secondi, a 1,75 vp dai primi.

Platinum Pairs

I fratelli Grossack, risultati primi nella fase di qualificazione dell’esclusivo torneo Platinum Pairs, hanno mantenuto la supremazia della classifica anche durante la semifinale, pur riducendo il loro vantaggio sui secondi. Oggi si disputerà la finale e verranno proclamati i vincitori del prestigioso evento.

…Inoltre

Massimiliano Di Franco e Andrea Manno si sono piazzati al secondo posto nel torneo a squadre Saturday Eve A/X/Y Swiss, giocando nella formazione di Connie Goldberg insieme alla capitana e al portoghese Antonio Palma.

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] [wpsr_plusone]