Bridge, lo Sport della Mente

National Americano a Kansas City (10)

da | Mar 18, 2017 | 0 commenti

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] Stampa

Dopo che la squadra dal gap generazionale di 65 anni (18 Donati, 83 Cayne) aveva dimostrato tutta la sua grinta fermando la corazzata Lavazza ai quarti di finale, ai tifosi sembrava quasi che la montagna fosse scalata.

Ma la vetta distava ancora due allunghi: semifinale e finale. E la squadra di Richard Schwartz, con Boye Brogeland, David Gold, David Bakhshi, Daniel Korbel ed Espen Lindqvist ha fermato il team degli italiani per 135-108.

Domani Schwartz incontrerà in finale il team di Frank Nickell, Ralph Katz, Steve Weinstein, Bobby Levin, Jeff Meckstroth ed Eric Rodwell.

Quando l’incontro fra Cayne e Schwartz si poteva dare per definitivamente perduto, il gruppetto “casa Italia” presente a Kansas City si è radunato davanti alle porte chiuse della Pershing Room, la sala al primo piano dell’Hotel Westin che costitiuisce metà del complesso sede del National Americano. Tutti ad aspettare la fine del match, per accogliere e consolare Giovanni. Che ingenui. E’ stato lui a consolare loro. Il diciottenne è uscito col sorriso sulle labbra, parlando del torneo swiss che avrebbe disputato il giorno dopo. La semifinale della Vanderbilt era già diventata un tassello del mosaico dell’esperienza del campioncino. 

Silodor Open Pairs

Il torneo a coppie Silodor Open Pairs è stato vinto dallo svedese Michael Rimstedt in coppia con l’americano Zachary Grossack, seguiti in classifica dagli israeliani Alon Birman e Dror Padon.

Smith Life Master Women’s Pairs

Il torneo a coppie femminili Smith Life Master è stato vinto dalle americane Sylvia Shi e  Pamela Granovetter, seguite da Georgiana Gates e Pat Levy.

 

 

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] [wpsr_plusone]