Bridge, lo Sport della Mente

Carte invertite nel board

da | Mar 8, 2017 | 0 commenti

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] Stampa

Maurizio,
ti sottopongo un fatto accaduto durante un torneo con 23 tavoli:
Giocavo in Nord/Sud e mi arriva il board giocato nel tavolo che mi ha passato la mano. La licita mi porta a giocare 6Cuori in una mano molto difficile, che con un po’ di fortuna riesco a fare. Apro lo score e mi accorgo di aver ottenuto il massimo punteggio della sala. Re-imbussoliamo le carte, ma a questo punto il giocatore in Ovest chiede di ricontrollare le carte imbussolate e si accorge, non so come, che le carte fra Ovest ed Est erano state invertite. Controlliamo l’attacco (a fiori) e ci accorgiamo che lo stesso era stato per noi molto più penalizzante di quello che sarebbe arrivato se le carte fossero state imbussolate bene come evidenziato dagli attacchi nei tavoli precedenti (tutti a quadri).
I nostri avversari, visto l’esito per loro completamente negativo, hanno chiamato l’Arbitro che senza tante spiegazioni applica il 60% per entrambe le coppie.
Voglio sapere se la procedura è esatta visto che il risultato sarebbe stato uguale con le carte invertite… il problema era chiamare quello slam.
Ringrazio e in attesa di una tua risposta
Massimo Vichi


Caro Massimo,
l’unica cosa che posso dire è che ogni qualunque modifica della mano originale porta automaticamente all’applicazione dell’Articolo 87 del Codice di Gara, e soprattutto della relativa Norma Integrativa.
Questo non vuole però dire che il risultato debba essere quello riportato.
In particolare, è pari a 60%/60% solo quando l’errore di imbussolamento proviene dal tavolo precedente (ed è ovvio che l’Arbitro ha L’ASSOLUTO OBBLIGO di verificarlo – un’omissione in tal senso è un’infrazione disciplinare). Si debbono poi attribuire punteggi arbitrali artificiali fino ad un gruppo di tre risultati ottenuti con le carte scambiate, mentre da quattro in poi, è necessario ricorrere ad un calcolo c.d. “Formula di Neuberg”, applicandolo ad i due, o più, diversi gruppi di risultati.
Cordiali Saluti,
Maurizio Di Sacco

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] [wpsr_plusone]