Bridge, lo Sport della Mente

Campionato di Società Sportive a Squadre 2017: la prima giornata

da | Gen 30, 2017 | 0 commenti

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] Stampa

Sabato 28 gennaio si sono disputati gli incontri relativi alla prima giornata di Campionato di Società Sportive a Squadre 2017.

Tennis Club Parioli ASD - oro nel Campionato di Società Sportive a squadre femminili 2016

Tennis Club Parioli ASD – oro nel Campionato di Società Sportive a squadre femminili 2016

Nel Femminile, Tennis Club Parioli è schierata a difendere il titolo conquistato nel 2016, dopo un argento e un bronzo. Nell’Open avremo invece sicuramente dei nuovi campioni, in seguito allo scioglimento della SSD Angelini, che nelle dodici edizioni del Societario a squadre ha allineato cinque titoli su un totale di sette podi.

SSD Angelini Bridge - oro nel Campionato di Società Sportive a squadre open 2016

SSD Angelini Bridge – oro nel Campionato di Società Sportive a squadre open 2016

I due decenni di attività di questa società vanno ben oltre le medaglie del Societario: nella squadra di Francesco Angelini, giovani talenti hanno trovato l’opportunità di sbocciare e raggiungere i vertici del bridge mondiale. Un circolo virtuoso che, oltre a riempire di trofei nazionali e internazionali le bacheche del quartiere Parioli, ha contribuito a portare l’Italia intera sul tetto del mondo. I successi del team Angelini rimarranno scolpiti nella storia del nostro sport.

Lauria-Versace sono stati angolizzati a Monza da Alessandro Carletti e Matteo Meregalli. Gli Azzurrini della Nazionale "kids" (under 15) sperano di raccogliere un giorno il testimone dei grandi campioni

Lauria-Versace sono stati angolizzati a Monza da Alessandro Carletti e Matteo Meregalli. Gli Azzurrini della Nazionale “Kids” (under 15) sperano di raccogliere un giorno il testimone dei campioni

Storia alla quale, fortunatamente, Lorenzo Lauria e Alfredo Versace non smetteranno di contribuire: i due Azzurri non hanno mancato l’appuntamento col Societario, scendendo ai panni verdi della prima giornata sotto l’insegna dell’Associazione milanese “Il Bridge”, che nel 2016 ha conquistato la seconda serie ed è ora in cerca della seconda promozione consecutiva.

Dopo questo doveroso antefatto, che vuole anche essere un omaggio all’illustre assente da questo Campionato, andiamo a vedere cosa è successo sabato pomeriggio nei gironi di prima serie, rimandando all’apposita sezione del sito federale per tutti gli altri risultati.

 

Serie Open

 

Girone 1

Ritrovata la prima serie dopo quattro anni (brucia ancora la retrocessione ai play-out nel 2012, per un solo vp), Bridge Varese ha incontrato Reggio Emilia. Freschissima la doppia impresa messa a segno dagli agonisti di Reggio Emilia in Dicembre (in una formazione in parte sovrapponibile a quella del Societario), quando la squadra conquistò in un solo giorno Coppa Italia Men e Women.

Benito Garozzo (foto di repertorio)

Benito Garozzo (foto di repertorio)

Oltre ai tanti giocatori di primo livello schierati sabato scorso in quest’incontro, gli angolisti di Reggio Emilia e dintorni hanno potuto ammirare all’opera la stella più leggendaria: Benito Garozzo, il numero due al mondo della classifica assoluta per punti piazzamento.

L’incontro si è risolto con un punteggio pieno a favore della squadra di casa.

Stesso risultato a Torino, dove Idea Bridge-Altea Fed., in cui erano schierati anche il pluricampione mondiale Giorgio Duboin insieme agli Azzurri Di Franco-Manno, ha avuto la meglio su Breno.

Con otto punti ciascuna, Reggio Emilia e Idea Bridge Torino-Altea Fed. conducono attualmente, a parimerito, la classifica.

Girone 2

La regina della classifica delle Associazioni 2016 (e 2015), Bridge Bologna, ha incontrato in casa Empoli Bridge. La promettente partenza dei toscani, che si sono aggiudicati il primo dei tre set, ha scatenato l’immediata reazione dei bridgisti della rossa: senza più concedere nulla ai suoi ospiti, Bridge Bologna si è assicurata la vittoria per 6 a 2.

Al suo debutto in prima serie open, Bridge Forlì ha affrontato l’Associazione Bridge Pisa. Il match si è risolto 7-1 a favore dei toscani.

Girone 3

Lazio e Toscana si sono affrontate in due incontri con esito sovrapponibile.

Buratti-Mariani hanno rappresentato l'Italia ai World Bridge Games (Nazionale italiana Mista)

Buratti-Mariani hanno rappresentato l’Italia ai World Bridge Games (Nazionale italiana Mista)

Nella capitale, APD Fonte RomaEur, neopromossa e al suo debutto assoluto in prima serie open, ha incontrato la formazione del Circolo del Bridge Firenze, scesa ai tavoli di Cecchignola con quattro esponenti (Buratti-Mariani e Michelini-Papini) della rappresentativa che nel 2016 conquistò l’argento. Dopo il pareggio del primo tempo (i romani hanno segnato 2 imp in più, ma ne occorrono almeno 4 di vantaggio per sancire la vittoria di un set), i gigliati si sono assicurati  i rimanenti punti partita, per un risultato finale di 7-1.

Stesso epilogo per Villa Fabbriche, altra big del Societario con cinque podi fra cui un titolo (2015), risultato che le ha assicurato la partecipazione alla più recente edizione della Coppa dei Campioni d’Europa (Zagabria, novembre 2016). L’onore e onere di rappresentare l’Italia fra altre undici nazioni del continente spetta appunto alla squadra che vince il Campionato di Società Sportive.

Failla-Attanasio e Lo Presti-Mazzadi hanno assicurato a Lucignano 7 degli 8 punti in palio. L’ASD Tennis Roma, condannata alla retrocessione nel 2016 ma “salvata” dal ritiro della SSD Angelini, ha prevalso nell’ultimo segmento, ma per un solo imp, che come abbiamo visto non basta per ottenere due punti partita.

Girone 4

Pescara Bridge ha preso il comando della classifica, segnando un punteggio pieno, in casa, contro C. Bridge N. Ditto R. Calabria. Ad Avellino, l’Associazione San Giorgio del Sannio ha incontrato Bridge Club Petrarca. Il match si è risolto a favore di quest’ultima formazione, che ha prevalso per 7-1.

Federico Iavicoli (foto di repertorio)

Federico Iavicoli (foto di repertorio)

Una nota di colore dai tavoli di Roma: nell’incontro di seconda serie fra Assi del Mondo e Accademia del Bridge, il giocatore Federico Iavicoli al board 7 deteneva le seguenti carte: A AQxx  Axxx  KJxx.
Quando, poco dopo, ha estratto dal board A  AQxx  Axxx  KJxx ha scoperto la sua mano esclamando: “questa l’abbiamo già giocata!” ritenendo si trattasse di un errore. La differenza, in realtà, c’era (A AQ76  A984  KJ96 e successivamente A  AQ85  A874  KJ93) e Federico, da regolamento, ha pagato la sua avventatezza. Ma che dire della coincidenza? “A 70 anni, con 44 anni di marciapiede, questa non mi era mai capitata!” ha commentato Massimo Ortensi.

 

Serie Femminile

 

Girone 1

Federica Brambilla ha rappresentato C.lo Bridge Resegone (foto di archivio)

Federica Brambilla ha rappresentato C.lo Bridge Resegone (foto di archivio)

Riconquistata la prima serie, Padova Bridge, vincitrice dello scudetto nel 2013, ha incontrato, nei locali di Villa Armistizio, Bridge Varese, tripla medaglia di bronzo (2008, 2013 e 2014). 6-2, a favore della squadra in trasferta, il risultato del match.

Eccellente la partenza della rappresentativa del Circolo del Bridge Resegone, che è riuscita a segnare l’en plein a Torino contro la squadra di casa TOP ONE, Associazione campione d’Italia nel 2014 e argento nel 2015.

Girone 2

Con un risultato speculare alla gemella squadra open, Bridge Bologna nel femminile ha dovuto accontentarsi di due punti partita, nel suo incontro con la rappresentativa di Spezia Bridge.

Neopromossa in prima serie dopo otto anni d’assenza, S. Stanze Civiche ha dovuto da subito cercare di difendere i suoi panni verdi da una delle rappresentative più quotate del Campionato: la corazzata Reggio Emilia. Buttarsi alle spalle con un pareggio l’incontro con la rappresentativa titolare di nove medaglie del Societario, fra cui quattro d’oro (2007, 2008, 2011 e 2012), è un risultato da considerare molto positivo per la squadra di Livorno.

Girone 3

Per Tennis Club Parioli e Aurelia Bridge Club il Societario è ricominciato là dove era finito. Le due Associazioni, protagoniste della finale dell’edizione 2016 del Campionato si sono affrontate a Roma nei locali dell’Accademia del Bridge. L’esito dell’incontro ha confermato quello che in maggio fu il risultato del match decisivo e Tennis Club Parioli è riuscita ad assicurarsi l’intero bottino di punti in palio.

L’altro incontro di questo girone “a kilometri zero” ha visto impegnate ancora due Associazioni di Roma: la neopromossa Accademia del Bridge ha prevalso su Nuovo Bridge Insieme per 6-2.

Girone 4

Come Reggio Emilia, Bridge Catania ha allineato in dodici anni otto podi, conquistando quattro volte il titolo (2005, 2006, 2009 e 2010). Sabato ha incontrato Bridge Messina, che col Campionato 2016 ha conquistato la promozione in prima serie. L’incontro si è risolto con un punteggio pieno a favore di Catania. Nel frattempo, Bridge Ragusa ha incontrato in casa Mondello Bridge: l’Associazione di Palermo ha prevalso per 6-2.

L’appuntamento con la seconda giornata del Campionato di Società Sportive a squadre è per sabato 11 febbraio, quando in alcuni dei gironi potrebbero già delinearsi scenari definitivi.

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] [wpsr_plusone]