Bridge, lo Sport della Mente

Una compressione da Bologna

da | Nov 23, 2016 | 5 commenti

Argomenti:
[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] Stampa

Il nostro lettore Antonino Ficarra ci racconta una bella giocata che ha avuto occasione di eseguire durante un simultaneo

Vi racconto una mano che mi è capitata durante un simultaneo.

Seduto in Nord mi trovo con queste carte:

Picche A 9 5 4   Cuori A 5 3   Quadri 6 5 4   Fiori A 8 2

Alla fine del percorso licitativo, durante il quale Ovest è entrato con un barrage a cuori, mi ritrovo a giocare 3SA.  Attacca Est con il Cuori7 e scende il morto:

af_1

Noto che ci sono dieci prese di battuta e che la undicesima si può ottenere con uno squeeze se re e donna  di fiori  sono in Est. Prima però devo ridurre il conto due volte. Pertanto liscio la cuori (prima riduzione). Ovest, in presa, torna a fiori, io liscio (seconda riduzione), Est va in presa con la dama e gioca il Cuori4. Questa volta prendo di asso, incasso l’FioriA (colpo di Vienna) e do il via alla sfilata delle quadri. Quando sto per giocare l’ultima quadri la situazione è la seguente:

af_3

Sul Quadri2 Ovest scarta una picche, io mi libero dell’ormai inutile Cuori5 e Est è compresso fra picche e fiori. La smazzata intera era la seguente:

af_2

Così, con un doppio squeeze, ho realizzato 11 prese e il 91% a livello nazionale.
La manovra non sarebbe stata possibile con l’attacco a picche (e il ritorno a picche dopo la prima presa) perché avrebbe distrutto le comunicazioni per lo squeeze.
Antonino Ficarra, socio di Bridge Bologna

 

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] [wpsr_plusone]