Bridge, lo Sport della Mente

Scelta Tecnica

da | Ott 17, 2016 | 0 commenti

Argomenti:
[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] Stampa

Gentilissimo Maurizio, vorrei avere un tuo autorevole parere in merito ad una licita.
Questi i dati: simultaneo del 13 Ottobre, Board n. 1.
Ecco il diagramma della mano:

La dichiarazione:

Quando scende il morto, Ovest ha queste carte: Picche 872   Cuori 4   Quadri 10 7 4   Fiori A 10 9 6 5 4.
Sull’apertura di Est, Sud con 13 punti non può contrare perché in possesso di Cuori J 9 7 3 2; Su 1Picche di Ovest, Nord con 11 punti non può contrare perché in possesso di Picche J 10 9 6. Morale: gli avversari giocano 2Quadri, cadendo di una presa (+50), mentre la linea N-S ha però fit a picche 4-4 con 24 punti in linea e può giocare 3Picche segnando +140. Ovest dice che non aveva altra licita che licitare 1Picche. Il direttore, chiamato al tavolo, ha confermato la tesi di Ovest. Senza dubitare della buona fede della linea E/O (giocatori corretti ed esperti) vorrei sapere però è lecito licitare così, considerando che Ovest poteva:
a) passare;
b) se preferiva parlare in quanto i quattro punti erano costituiti da un Asso 6°, avrebbe potuto licitare 1SA e sull’eventuale riparlata dell’apertore avrebbe potuto licitare le Fiori. Ringrazio anticipatamente e saluto cordialmente.

Francesco Demarziani

Ciao Francesco,
se si tratta di scelta tecnica – e qui mi sento proprio di dire che lo sia – questa licita è lecita.
In effetti, mi trovo abbastanza d’accordo con Ovest, perché anche qualora il compagno appoggiasse le picche, il contratto in quel colore avrebbe buone probabilità di essere valido.
Cordiali Saluti,
Maurizio Di Sacco

[wpsr_facebook] [wpsr_retweet] [wpsr_plusone]