L'Esperto risponde

utenteBuongiorno,
le sottopongo un quesito.

Ad un simultaneo
ho visto giocare
la seguente mano:

mds_2016_09_30c

mds_2016_09_30d

Si gioca la mano (risultato 4Picche+3, come in tutti gli altri tavoli a parte un paio di coppie che non avevano chiamato manche), ed alla fine il giocatore in Sud, dopo aver accettato nella bridgemate il risultato, si è allontanato dal tavolo ed è andato dall’Arbitro riferendo la dichiarazione e il risultato.
A quel punto, l’Arbitro è venuto al tavolo (dove era rimasta soltanto la coppia E/O) contestando la liceità della dichiarazione, in quanto Est non sarebbe stato autorizzato a ridichiarare dopo il silenzio del compagno e decidendo di invalidare la mano, assegnando una risultato arbitrale del 50% alla linea E/O e 60% a N/S.
Aspetto la sua opinione in merito, ringraziandola anticipatamente per l’attenzione.
Cordiali saluti.
Massimo Corsini

Maurizio Di SaccoCaro Massimo,
prima di tutto, il punteggio riportato è semplicemente illegale: essendoci un partito colpevole, ed uno innocente, al minimo bisognava assegnare 60%/40%.
Tuttavia, questo è un punteggio estremamente raro da usarsi in casi di INA, ed in particolare possibile sono quando, una volta cancellata l’azione illegale (quella che discende dall’uso dell’INA), non sia possibile capire come la licita (e/o il gioco) si sarebbero evoluti, e comunque non era possibile per gli innocenti ottenere niente di meglio del 60%.
Non è certo questo il caso.
Est era in possesso di un’INA (ex Articolo 75 del Codice di Gara, paragrafo A e quindi Articolo 16 del Codice di Gara, paragrafi A e B), ovvero sapeva, dal mancato Alert, che il suo compagno aveva preso il suo 3Fiori come naturale. Non è affatto vero, però, che non poteva più parlare: la verità è che doveva comportarsi come se il compagno avesse Alertato e spiegato correttamente (in sostanza).
Ora, quando il compagno spieghi 3Fiori come bicolore picche/quadri, e poi Passi, altro non può avere se non una mano con almeno sei fiori discrete (o almeno sette), con la corta in entrambi i colori dell’interferente. Alla luce di questo, è abbastanza ovvio che Est non doveva essere obbligato a passare, bensì a dichiarare almeno 6Fiori, contratto che evidentemente Sud avrebbe contrato, e che sarebbe caduto verosimilmente di sei prese.
Per scrupolo, l’Arbitro avrebbe dovuto andare da alcuni giocatori e chiedere loro cosa avrebbero fatto, con le carte di Est nella sequenza data, e senza l’INA, ma in un caso del genere la risposta è del tutto ovvia.
Cordiali Saluti,
Maurizio Di Sacco