itaMario D’Avossa e Stelio Di Bello con Valerio Giubilo (di spalle) e Bernardo Biondo (di spalle) durante la pausa pranzo

La sottile linea rossa
Il confine fra qualificarsi per gli ottavi di finale e abbandonare questi Giochi diventerà invalicabile venerdì sera.
Nella serie Open, la sottile linea rossa giace fra il quinto e il sesto posto in due gironi su tre; anche la migliore sesta classificata fra i tre raggruppamenti sarà inclusa fra le sedici finaliste. Molto probabilmente, il fortunato girone con sei squadre promosse sarà proprio il nostro, perché le rappresentative nel dintorno del sesto posto hanno al momento più vp che negli altri due raggruppamenti. Speriamo però che la nostra Nazionale, che si sta comportando molto bene, non debba trovarsi nella situazione di dover rincorrere il treno per riuscire a salirci.
Nella serie Femminile, si qualificheranno le prime otto squadre di ciascun girone. Nel Senior, che gioca in un unico raggruppamento, e nel Misto, anch’esso con un solo girone, passeranno le prime sedici.

Dopo tre giorni di gara, in tutte le serie metà degli incontri di qualificazione sono stati disputati. Nessuna squadra può già dirsi al sicuro, ad eccezione dei Senior americani (una rappresentativa fortissima che abbiamo presentato nel diario numero 2), che hanno 22,38 vp di vantaggio sui secondi (la Cina): più di un match intero. La sottile linea rossa è al momento sotto tutte le nostre Nazionali.

Positiva nel complesso la giornata di ieri della nostra Nazionale Open, nonostante la squadra Azzurra abbia registrato la sua prima vera sconfitta (senza polemica, ci rifiutiamo di considerare propriamente come tale il match con l’Ucraina, vinto per soli 3 imp dalla Nazionale di Kiev, per una decisione arbitrale che ha penalizzato la nostra rivale, riconoscendo così il torto subìto dall’Italia, senza risarcire noi). Dov’è finita la resistenza passiva indiana? Contro di noi i discendenti di Gandhi hanno indovinato ogni singola carta, scegliendo anche attacchi molto aggressivi, che si sono rivelati micidiali per gli Azzurri. Dopo aver stravinto il primo incontro con la Grecia (17,03-2,97 vp), il risultato del match con l’India (2,69-17,31 vp) ci ha portati in seconda posizione, dietro la Francia. Per tornare in testa, non è bastato vincere alla grande anche il terzo incontro con il Brasile (17,85-2,15 vp), perché contemporaneamente i Blues totalizzavano lo stesso punteggio contro Singapore. Ora siamo a 5,32 vp dalla Francia. Nel diario di domani entreremo nel merito di cosa significherebbe, nell’ambito della scelta dell’avversaria per gli ottavi di finale, concludere il girone al primo posto. Dando un’occhiata agli altri gruppi, nel B, in cui la Polonia è largamente in testa, gli Stati Uniti, a priori una delle squadre favorite, dopo una partenza decisamente sotto tono si trovano a lottare per la qualificazione (delusissimi i tifosi a stelle e strisce, che già dal primo giorno criticavano aspramente i propri giocatori, la scelta della squadra e così via… A prescindere da tutto, forse un po’ più di empatia dalla propria curva aiuterebbe la formazione a risollevare morale e risultati). Nel gruppo C l’Austria è in testa, seguita dalla Spagna. Olanda e Svezia vengono subito dopo in classifica.
Tornando agli Azzurri, oggi avranno una nuova giornata difficile. Incontreranno la Svizzera, che si sta comportando molto bene ed è attualmente quinta, la Germania, che dal settimo posto lotta strenuamente per la qualificazione e infine l’Estonia, sulla carta l’avversaria meno impegnativa del giorno. Il primo e il secondo incontro saranno trasmessi in diretta su BBO (rispettivamente alle ore 10:30 e 14:00).

Le Azzurre hanno avuto una giornata breve e all’insegna dell’oriente. Hanno affrontato inizialmente la Nazionale di Hong Kong, vincendo il match 12,03-7,97 vp, e successivamente Taipei, registrando la seconda vittoria (14,50-4,50 vp). Dopodiché è arrivato per loro il momento del bye (che vale 12,00 vp). Hanno quindi lasciato l’Hala Stulecia in anticipo per un po’ di meritato riposo in Breslavia, sebbene il clima di ieri, a più riprese insistentemente piovoso, non fosse favorevole. L’Italia Women è attualmente al settimo posto, a +6,61 vp dalla qualificazione. Oggi incontreranno Germania (seconda in classifica), Irlanda e Tunisia.

I Senior proseguono nella risalita, ma per gli Azzurri sul finire della giornata è cominciato un vero e proprio tour de force. Andando con ordine: la prima avversaria di ieri è stata la Nazionale dell’Egitto, che sta disputando un Campionato eccezionale (a riprova, attualmente è terza); i nostri Senior hanno registrato poco meno di un pareggio (9,64-10,36 vp). E’ poi venuto il momento di affrontare l’Australia, contro cui abbiamo vinto (13,18-6,82 vp). Benissimo anche contro il Canada: 17,41 vp il bottino Azzurro. Ed ecco che la salita si fa sempre più ripida: all’ultimo turno abbiamo incontrato la quotatissima, pluri-medagliata padrona di casa, ma abbiamo contenuto in modo eccellente i colpi dei Senior polacchi, registrando nuovamente poco meno di un pareggio (9,29 – 10,71 vp). Siamo attualmente ottavi.
Oggi gli Azzurri avranno una giornata durissima: incontreranno la Nazionale dei Campioni del mondo in carica, gli Stati Uniti, e successivamente la Svezia (medaglia d’argento mondiale), il Giappone e la Germania.

Dopo il bye del primo turno, la Nazionale italiana Mista ha registrato una vittoria con la nuova Zelanda (13,18-6,82 vp), che in questo Campionato si sta difendendo molto bene. Purtroppo, sempre a riprova del fatto che la Scandinavia è un’avversaria silenziosa ma non facile, subito dopo gli Azzurri hanno avuto la peggio contro la Danimarca (6,55-13,45 vp). Si sono però immediatamente ed egregiamente ripresi, segnando nel quarto incontro in programma 18,14 vp contro il Brasile. Oggi incontreranno Cina, Bulgaria (attualmente quarta in classifica), Irlanda e Stati Uniti.