Sabato 3 e Domenica 4 Settembre, a San Lazzaro di Savena (Bologna), si è svolta la nona edizione del Torneo di Rastignano. Il Centro Congressi Unaway Hotels è stato sede dell’evento per il terzo anno consecutivo, ovvero da quando il Circolo di Rastignano non è più riuscito a contenere il successo di partecipazione del torneo, diventato un appuntamento fisso del calendario nazionale di settembre.
Da quando si è trasferito, il torneo di Rastignano ha aggiunto alla competizione a squadre del sabato anche la gara a coppie miste e signore di domenica.

Al torneo a squadre hanno preso parte 93 formazioni. All’appello non sono mancati volti importanti del Bridge nazionale, sebbene l’elite Azzurra sia impegnata a Breslavia nei World Bridge Games.

Ad aggiudicarsi il Trofeo è stata la squadra di Andrea Boldrini, Francesco De Leo, Paolo Pantusa e Giacomo Percario. L’ex junior Azzurro Boldrini e l’attuale junior nazionale Percario migliorano così la prestazione dell’anno scorso, salendo dal secondo al primo gradino del podio.
Dopo la vittoria di Sicilia (Boldrini), Lombadia (Pantusa e De Leo) e Percario (Toscana) Rastignano ha premiato Piemonte e Veneto, rappresentati da Claudio Rossi e Marina Causa e da Luca De Michelis e Paolo Clair, secondi classificati. Anche i locali hanno trovato il podio, con il terzo posto di Fulvia Garofalo, Giuseppina Castorri, Luca Bevagna e Giorgio Mauri.

Vincitori a Rastignano 2016
I vincitori: Paolo Pantusa, Andrea Boldrini, Giacomo Percario, Francesco De Leo

Il torneo a coppie miste di domenica, a cui hanno partecipato ben 148 coppie, è stato vinto da Maurizio Pattacini e Luisa Venini, che hanno registrato un vero e proprio trionfo, segnando il 69,06% e mettendo fra sé e i secondi classificati la distanza di oltre 5,70 punti percentuale. Con il 63,29%, Buquicchio Daniela e Daniela Pagani si sono assicurati l’argento, mentre Nicoletta Garbosi e Claudio Corsico Piccolino hanno conquistato il terzo gradino del podio.

In ricordo dei due amici del Bridge Marisa Santarelli e Cesare Ciciarelli, vittime del sisma che ha colpito il Centro Italia, durante il torneo è stata organizzata una raccolta fondi a sostegno di due iniziative istituite in ricordo di Marisa e Cesare.

Curata in ogni dettaglio, come di consueto, la gestione dell’evento, che quest’anno ha dovuto affrontare una sfida in più. Qualche improvviso problema di salute ha costretto il “capitano” Andrea Dalpozzo, da sempre organizzatore del torneo, ad abbandonare il timone, ma lo staff ha fatto funzionare ugualmente al meglio la macchina gestionale. Tanti auguri di pronta guarigione ad Andrea, che a quest’ora starà già pianificando l’edizione 2017 del “suo” torneo (“dopo un torneo di Rastignano mi concedo un giorno di riposo, poi inizio a organizzare quello dell’anno successivo” ha dichiarato in passato).