L'Esperto risponde

utenteCari amici bridgisti di Bridge D’Italia Online,
Vi scrivo per sottoporvi un quesito riguardante un dettaglio del sistema dichiarativo.
Il mio partner più o meno abituale ed io giochiamo un quinta nobile 2/1 abbastanza standard, con alcuni piccoli adattamenti. Uno di questi è l’uso del 2SA “inusuale” dopo le sottoaperture avversarie di 2 debole.
Per come mi è stato insegnato e per come lo vedo praticare dalla maggioranza dei giocatori del mio livello (intermedio-avanzato), il 2SA dopo la sottoapertura 2Quadri/2Cuori/2Picche dovrebbe mostrare l’equivalente (più o meno) dell’apertura di 1SA forte e almeno una ferma nel colore di sottoapertura.
Noi invece (per mio suggerimento) lo adoperiamo per le bicolori almeno 5-4 nei due colori di minor rango non licitati e almeno punteggio di apertura. La ragione è che mi pare più utile mostrare immediatamente quella distribuzione con mano positiva, che esclude nel contempo quattro carte nell’altro maggiore (la 5-4-4 si tratta ovviamente col contro). In tal modo il compagno può prendere la strada che ritiene più opportuna, sapendo anche che ridichiarerò solo dopo un invitante in uno dei miei colori o con mano da 16+ punti.
Non mi dilungo su possibili sequenze interrogative per una ferma nel colore di sottoapertura o per tre carte nell’altro maggiore, che rappresentano casi più rari del semplice contratto in uno dei colori mostrati col 2SA.
Aggiungo invece una riflessione sul fatto che, dovesse il compagno ritenere che 3SA sia il contratto da giocare, questo verrebbe giocato dalla parte opposta rispetto a dove tipicamente si trova la ferma nel colore di sottoapertura, e cioè dal compagno, esponendo in tal modo la ferma. Ciò mi sembra tuttavia accettabile se si pensa alla frequenza.
Vi sarebbe possibile darmi un parere in merito?
Vi ringrazio fin d’ora e vi mando un saluto cordiale.
Paolo Romanello

Maurizio Di SaccoCaro Paolo,
per essere sicuro, ti ho fatto rispondere da un pluri-campione del mondo:
” Il piu delle volte diciamo almeno il 50% delle volte il contratto finale è di 3SA, credo che l’attacco dall’altra parte sia troppo deleterio per chi gioca dunque anche se l’idea può essere buona da me viene bocciata per questo motivo”.
Cordiali Saluti,
Maurizio Di Sacco