Nella notte in cui a Rio de Janeiro si sono aperte ufficialmente le Olimpiadi 2016, il Villaggio mondiale di Salsomaggiore è più che mai una sfilata di emozioni sportive. L’agonismo in ogni sua dura sfaccettatura insegna che la prima sfida è quella con noi stessi, il primo obiettivo superare i propri limiti. Lo spirito di squadra diventa responsabilità, rispetto, amicizia e infine famiglia. Vediamo nel dettaglio.

Il programma di Venerdì di ciascuna serie prevedeva tre incontri.

Il primo appuntamento degli Junior era con la Nazionale di Singapore, rappresentativa che in prima giornata si era comportata bene, vincendo nettamente su Germania, Ungheria e addirittura sulla sempre temibile Polonia. Gli Azzurri hanno pareggiato. Sono seguite due vittorie: la prima contro la Francia, in un match molto animato in cui si sono spostati ben 84 imp, la maggior parte a nostro favore (13.96-6.04 il punteggio finale), la seconda contro il Canada (12.16-7.84). Abbiamo chiuso la giornata al settimo posto, guadagnando una posizione rispetto a ieri, mentre, con l’impressionante media di oltre 15 vp a incontro, i Campioni in carica della Norvegia, seguiti a frazioni di vp da USA1, si sono portati al comando della classifica.
Oggi sarà una giornata durissima. Nei primi tre incontri dovremo affrontare nell’ordine USA1, Polonia e Norvegia, le tre rappresentative attualmente in testa, rischiando così di arrivare stremati all’ultima fatica: il match con Hong Kong. Il primo e il quarto incontro (alle 10.00 e alle 18.10) verranno trasmessi in diretta su BBO.

Girls. Abbiamo subìto ancora una volta l’Olanda. Il giorno prima era toccato agli Youngster, questa volta alle ragazze. Archiviato il difficile match con le arancioni, le Azzurre hanno però messo a segno una vittoria convincente sull’Ungheria (17.19-2.81), purtroppo seguita da una sconfitta contro l’Indonesia (6.28-13.72). Rimaniamo così nella parte bassa della classifica, a poco più di 5 vp dalla qualificazione (come nella serie Junior, le prime otto formazioni, al termine del girone all’italiana, avranno accesso alla fase a KO). Oggi incontreremo Taipei, attualmente ultima in classifica, e Stati Uniti, al terzo posto, mentre riposeremo all’ultimo turno.

Gli Youngster non hanno cominciato la giornata al meglio, fermati dall’India (7.03-12.97), ma si sono prontamente rifatti vincendo in modo netto con la Lettonia (17.04-2.96) prima e con il Cile (14.85-5.15) poi. I ragazzi si sono così portati dall’undicesimo al settimo posto, in piena zona verde. Come per gli Junior, oggi per loro sarà una giornata durissima: affronteranno Francia e Danimarca, prima e seconda in classifica, e infine Singapore.

I Kids hanno affrontato i coetanei di Repubblica Ceca, Ungheria e Canada. Il risultato del primo match è stato di poco sotto la linea del pareggio. Ma al secondo incontro gli Azzurrini sono stati strepitosi: lasciando a zero gli avversari hanno incassato tutti i vp del match. Questo bellissimo risultato non è offuscato dalla mancata vittoria del terzo match, contro la Nazionale canadese allenatissima (due ragazze della squadra sono addirittura già tutor di Bridge). Oggi incontreranno Inghilterra, Israele e Polonia.

Dopo cena, nuovo episodio di “Casa Italia”. Per celebrare il compleanno di Giovanni Donati ed Enrica Raffa è stata organizzata una festa. Il party è stato una sorpresa per Donati, che avendo raggiunto uno dei traguardi più importanti della vita, la maggiore età, è stato “festeggiato” in modo particolare. I tesserati ricorderanno che Giovanni a Giugno ha fatto parte della spedizione italiana a Budapest (Campionati Europei per Nazioni), conquistando con la squadra la qualificazione per i mondiali di Lione del 2017. Da quel 26 giugno, Giovanni conta i giorni che mancano al mondiale.
Queste le premesse dello scherzo e della festa a sorpresa. Ieri sera, il Presidente Federale lo ha chiamato, chiedendogli di raggiungere urgentemente l’albergo. Appena Giovanni è arrivato, lo ha condotto in una saletta privata, per comunicargli la falsa notizia di un cambio di piani nelle convocazioni per Lione. Sotto shock, Giovanni ha creduto che il suo sogno mondiale fosse in frantumi e ha pensato che in fondo fosse molto crudele da parte del Presidente comunicarglielo proprio nel giorno del suo Compleanno. Vedendo trasfigurare il nostro campioncino, il Presidente lo ha invitato a scendere per proseguire la discussione in un’altra sala. Qui, acquattati, lo aspettavano tutti gli italiani. Appena Giovanni ha varcato la soglia, è stato ricoperto di auguri, abbracci e… rassicurazioni: il suo posto nella squadra Azzurra open è preservato.
Circondati dall’affetto dei loro compagni di squadra, Enrica e Giovanni hanno spento le candeline della loro venticinquesima e diciottesima torta.

T33B0789

T33B0797

T33B0822

T33B0842