Liepaja, 16 Luglio 2016

Dopo la prima giornata di gara, ecco la situazione dei nostri ragazzi schierati in Lettonia.

Junior (open under 26)
Dopo la quinta sessione
Chavarria – Montanelli (32esimi, 49,68%)
Sau – Calmanovici (36esimi, 48,53%)
Dopo la decima sessione, i primi 26 accederanno alla Finale A

Sempre più spesso, le Nazionali maggiori schierano giocatori under 26. Dopo il Misto, anche qui a Liepaja sono scesi in campo alcuni dei più forti talenti europei, rendendo questo Campionato la gara più dura fra le quattro in corso.
L’inedita coppia formata da Margherita Chavarria ed Enea Montanelli ha inizialmente faticato a carburare ma sta evidenziando dei confortevoli segni di ripresa.
I due ragazzi sardi, Alessandro Calmanovici e Roberto Sau, stanno invece alternando sessioni positive ad altre meno buone. Questa mattina le coppie sono entrate nell’area di gioco molto determinate…

Youngsters (open under 21):
Dopo la quinta sessione
Scatà – Manganella (23esimi, 52,73%)
Giubilo – Rosalba (36esimi, 49,82%)
Dopo la decima sessione, i primi 26 accederanno alla Finale A

Bel (?) testacoda negli Youngsters, grazie alla splendida partenza di Sebastiano Scatà e Andrea Manganella, che hanno registrato un enorme 73,39% al turno iniziale.
Exploit invece all’incontrario per i due giovani romani Gabriele Giubilo – Andrea Rosalba, che nel turno d’esordio sono rimasti vittime dell’emozione.
Nel resto della giornata, Scatà – Manganella hanno continuato il loro percorso con tranquillità e sono ancora nella metà superiore della classifica e in piena zona qualificazione.
Andrea e Gabriele sono stati in grado di buttarsi subito alle spalle il brutto risultato iniziale, e, dopo essersi ambientati, hanno segnato tre notevoli 64,45%, 55,89%, 57,86%, che li hanno portati a un passo dalla qualificazione. Bravi: bella prova di carattere!

Girls (femminile under 26):
Dopo la quinta sessione
Raffa – Broccolino (decime, 50,07%)
De Lutio – Capobianco (11esime, 49,47%)
Con 20 coppie partecipanti, le ragazze giocheranno in fase unica. Ognuna incontrerà per quattro volte tutte le altre. Molto buona la partenza di Caterina De Lutio e Sophia Capobianco. Le Azzurre hanno raggiunto i primi posti della classifica; successivamente, però, hanno pagato un po’ la stanchezza e l’emozione.
L’opposto è accaduto a Enrica Raffa e Susanna Broccolino: la loro è stata una falsa partenza, ma poi hanno saputo reagire e risalire la classifica.
Siamo solo a un terzo del Campionato quindi abbiamo ancora tutto il tempo per entrare pienamente in gara. Come non manca di ripetere spesso Enrica alla sua coach Emanuela Capriata: “Tranquilla Emanuela! La strada è tutta in salita!”