Durante i Campionati di Primavera (22-25 aprile), il sito federale ha registrato un’esplosione di accessi: 1.536.216 visualizzazioni di pagina, 52.663 visite in quattro giorni.

Il record di collegamenti ha richiesto un adeguamento in tempo reale del servizio; la Federazione ha potenziato ulteriormente le risorse web in vista dei prossimi Campionati.

Grazie alle informazioni messe a disposizione dal settore IT, possiamo entrare nel dettaglio di questo dato.

Da Salso alle Piramidi

«Lo sport è l’esperanto delle razze.» (Jean Giraudoux)

flags heartCome è prevedibile, la maggior parte degli utenti si sono collegati dall’Italia (93,69%).

Tuttavia, in linea con la presenza a Salsomaggiore di campioni internazionali, si riscontrano 527 accessi dalla Francia (sicuramente i fan di Michel e Thomas Bessis) e 364 dalla Danimarca (i tifosi del nuovo enfant prodige della squadra Lavazza, Dennis Bilde). Nella lista, anche Regno Unito (194 accessi; dalla zona proviene Stelio Di Bello, di Napoli ma ormai stabile in Inghilterra) e Turchia (174 accessi dal paese di Mustafa Cem Tokay). Ma la rosa geografica va molto oltre: si registrano collegamenti da tutte le nazioni Europee, nessuna esclusa.

E’ noto che i nostri Campionati sono seguiti con massima attenzione dall’Argentina, dove vivono Alejandro Bianchedi e Agustin Madala; la Confederazione Sudamericana di Bridge è  anche solita leggere e tradurre i nostri bollettini per i suoi tesserati.

Sorprende, invece, trovare nell’elenco, che comprende in totale ben 78 diversi Stati, paesi che con il nostro campo di gara apparentemente hanno poco in comune: Taiwan, Indonesia, Thailandia, Kenya, Cuba, Arabia Saudita, Qatar, Sudan

Riusciremo a raggiungere la Groenlandia, ancora bianca nella mappa? Ai posteri l’ardua sentenza.

world

In azzurro gli stati da cui si sono registrati accessi al sito

Le città italiane

La maggior parte delle visite italiane provengono dalle province di Milano (23,09% dei collegamenti) e Roma (21,49%). Al terzo posto, Salsomaggiore (12,36%), sede dei Campionati. Da qui si registra la più lunga durata dell’accesso: 16 minuti e mezzo, sicuramente dedicati interamente allo scrupolosissimo controllo delle fiches.

italia

Altri dati significativi

Importante il dato inerente i nuovi accessi, ovvero i collegamenti da parte di persone che non avevano mai visitato precedentemente federbridge.it. Non è semplice scremare con precisione i nuovi utenti da quelli abituali che hanno cambiato dispositivo o punto di accesso, tuttavia è certo l’incremento delle “prime visite”. A margine, si registra anche un grande successo lato Social Network: la galleria fotografica delle premiazioni pubblicata nella pagina Facebook di Bridge d’Italia Online ha ricevuto 16.050 visualizzazioni e un totale di 1.751 “mi piace”. Informazioni molto positive per la diffusione del bridge.

La durata media di ogni visita su federbridge.it è particolarmente elevata se comparata agli standard dei siti web: circa dodici minuti e mezzo. Impressionante il numero di pagine visitate all’interno del sito: quasi 30 per ogni accesso. D’altra parte, si giocano sedici board a sessione.

A proposito, sfruttate il sistema delle scuderie? Vi permette di risparmiare click. Durante ogni campionato, cliccate su “crea la mia scuderia” dalla versione “mobile”. Un comodissimo modo per seguire automaticamente i risultati dei vostri amici… e degli avversari più pericolosi.

Made in Italy

Tutto ciò sarebbe impensabile all’estero. In diverse nazioni, durante i Campionati non esiste alcuna possibilità di visualizzare i risultati online, per non parlare del controllo delle fiches. Di cosa discuteranno i nostri cugini stranieri la notte nel loro equivalente della “Tazza d’oro”?

Il sistema di aggiornamento in tempo reale dei risultati di bridge rientra, nel suo piccolo, fra le eccellenze italiane. Non c’è da stupirsi, quindi, se i nostri conteggiatori sono convocati in tutto il mondo per esportare la “magia”.