Da ieri pomeriggio le 16 squadre di prima serie che hanno raggiunto i playoff sono impegnate a Salsomaggiore nella corsa allo scudetto.
Scudetto che, nel 2015, è stato conquistato da Villa Fabbriche (rappresentata da Filippo Palma, dirigente accompagnatore, Dario Attanasio, Mario D’Avossa, Giuseppe Failla, Riccardo Intonti, Fabio Lo Presti, Francesco Mazzadi, Ruggero Pulga e Gianpaolo Rinaldi) nella serie open e Bridge Reggio Emilia (rappresentata da Ezio Fornaciari, dirigente accompagnatore, Irene Baroni, Margherita Costa, Carla Gianardi, Cristina Golin, Chiara Martellini, Silvia Martellini, Annaelisa Rosetta e Marilina Vanuzzi) nel Femminile. Le rappresentative delle due Associazioni hanno comunque, naturalmente, dovuto assicurarsi un posto ai playoff proprio come tutte le altre squadre, cioè attraverso le tre giornate di qualificazione.

In ciascuna delle due serie, le otto formazioni sono divise in due raggruppamenti:

gironi societario

All’interno di ogni girone, ciascuna squadra incontra le altre. Dopo i tre incontri, le prime due formazioni della classifica di ogni girone accedono alla Semifinale (incontri incrociati: la prima di un girone incontra la seconda dell’altro). I KO si disputeranno sulla lunghezza di 64 smazzate.