Durante la notte italiana inizierà uno dei tre appuntamenti più attesi del bridge statunitense: il National Americano di Primavera. In realtà, all’evento prenderanno parte anche un gran numero di giocatori provenienti dalle altre parti del mondo, compresa l’Italia.

Da decenni, infatti, ciascun National Americano attira in particolare i bridgisti a tempo pieno, anche per le ottime opportunità di ingaggio.

E’ attesa in suolo statunitense, fra gli italiani, la coppia di punta della nostra Nazionale: Lorenzo Lauria e Alfredo Versace. Immancabili anche gli alfieri della squadra Lavazza: Norberto Bocchi, Giorgio Duboin e Agustin Madala, che giocheranno rispettivamente con Diego Brenner, Zia Mahmood e Alejandro Bianchedi. Sarà inoltre presente Antonio Sementa, che farà coppia con Mustafa Cem Tokay, il giocatore turco che ormai possiamo considerare quasi romano (risiede da tempo nella capitale ed è componente aggiunto del team Angelini).

Oltre a questi campioni, molti altri nostri connazionali saranno a Reno (Nevada) per il National; seguiremo passo a passo anche le loro gesta.

Durante i dieci giorni di Reno, si disputeranno numerosissimi tornei, per incontrare i gusti di tutti e assicurare il divertimento ai numerosissimi partecipanti.

Per avere un’idea dell’imponenza dell’evento, riportiamo queste stime fornite dall’organizzazione:

  •  5.000 bridgisti
  • 11.000 prenotazioni alberghiere
  • 300.000 board da giocare
  • …40.000 tazze di caffè!

Fra tutti gli eventi, quello di punta è il Trofeo a squadre Vanderbilt, torneo a KO che dura sette giorni e inizierà lunedì. Menzionare la Vanderbilt ci rimanda ai gloriosi giorni del marzo dell’anno scorso, quando il prestigioso Trofeo fu vinto dalla squadra Lavazza, che dunque detiene il titolo.

Altri appuntamenti di particolare importanza in programma sono il Kay Platinum Pairs, che prenderà il via venerdì, e il Lebhar IMP Pairs. Siamo fieri di ricordare che l’anno scorso, a New Orleans, sul secondo gradino del podio del Kay Platinum Pairs sono saliti i nostri giovani connazionali Massimiliano Di Franco e Andrea Manno (il titolo è stato vinto dai ragazzi francesi Thomas Bessis e Cedric Lorenzini).

Stay tuned!