Vanderbilt winnersAlejandro Bianchedi, Diego Brenner, Giorgio Duboin, Zia Mahmood, Agustin Madala ricevono il trofeo Vanderbilt dal Presidente dell’American Bridge League Ken Monzingo

La squadra Lavazza, con gli italiani Norberto Bocchi, Giorgio Duboin e Agustin Madala, l’argentino Alejandro Bianchedi, il brasiliano Diego Brenner, e l’americano-pakistano Zia Mahmood ha vinto, per il secondo anno consecutivo, la Vanderbilt, il più prestigioso torneo del National Americano di Primavera che si è concluso oggi a Reno, in Nevada.

In finale la rappresentativa capitanata da Maria Teresa Lavazza ha incontrato il team Cayne, con altri tre campioni Azzurri schierati: Lorenzo Lauria, Alfredo Versace e Antonio Sementa, insieme a Mustafa Cem Tokay, proveniente dalla Turchia ma da tempo residente a Roma, Jimmy Cayne e Michael Seamon.

Le due formazioni erano in parità dopo il primo dei quattro set. Durante il secondo turno, Lavazza si è portata in vantaggio, allargando a poco a poco le distanze quando, nel tentativo di recuperare, gli alfieri di Cayne hanno cercato di accelerare, senza trovare la fortuna ad assisterli. Il match è finito 164-111.