I Campionati under 26 si sono conclusi oggi, con la fine della gara a squadre e la cerimonia di premiazione di tutte le competizioni.

tutti i premiatiIl podio con tutti i vincitori e gli istruttori dei ragazzi

Il Campionato a squadre, diviso nelle due categorie Esperti ed Esordienti, si è articolato su otto turni di otto smazzate.

Hanno partecipato undici squadre di Esperti, fra cui i ragazzi nel giro delle Nazionali giovanili. A conquistare l’oro sono stati proprio quattro (probabilissimi) Azzurri: Alessandro Calmanovici, Margherita Chavarria, Enea Montanelli e Roberto Sau.

Esperti_squadre_1Enea Montanelli, Roberto Sau, Margherita Chavarria e Alessandro Calmanovici

Con il nome di FIGB under 26, la squadra si è portata da subito al comando della classifica, tenendo nei primi cinque turni la convincente media di 17 vp a incontro (su 20 a disposizione). Col sesto incontro è scivolata in seconda posizione, per aver subito la sua prima e unica sconfitta, ad opera di altre quattro giovani Azzurre (Susanna Broccolino, Sophia Capobianco, Caterina De Lutio ed Enrica Raffa); il tutto per una manche, che su otto board ha il suo peso. Dopodiché, però, non ha più lasciato il primo posto. Ottimo si può dire quindi l’affiatamento della rappresentativa, e l’esordio della nuova coppia Chavarria-Montanelli, un incontro dovuto alle circostanze (l’uscita dalla categoria giovanile dei ragazzi che hanno superato quest’anno il limite d’età e la necessità di importare Margherita nella rappresentativa open).

Sul secondo gradino del podio sono saliti Gianmarco Giubilo, Andrea Manganella, Federico Porta e Sebastiano Scatà, tutti titolari della Nazionale italiana under 21 e saldi ai primi posti della classifica per l’intero campionato.

Completano il podio Esperti Francesco Chiarandini, Alvaro Gaiotti, Gabriele Giubilo e Andrea Rosalba, anche loro nel giro della squadra Azzurra under 21; nei prossimi giorni il coach Dario Attanasio dovrà ufficializzare i nomi dei titolari dei sei posti disponibili in Nazionale.

I nuovi campioni a squadre under 26 nella categoria Esordienti sono Emilio Benenati, Michela Lazzaro, Marta Milia e Irene Montalti, saliti a Salsomaggiore da Calabria (Lazzaro e Milia) e Sicilia (Montalti e Benenati). Sono stati al primo posto per la maggior parte del Campionato. Appassionatissimi e molto promettenti (Dario Attanasio, che conosce bene i siciliani, si è detto “assolutamente certo che avrebbero vinto”), risultano addirittura sorprendenti per precocità quando rivelano di giocare da soli cinque mesi. Si sono avvicinati al bridge, come si sente spesso, per amicizie, o per avere dei genitori già appassionati al nostro sport della mente. Benvenuti dunque sul vostro primo podio.

Esordienti_squadre_1Michela Lazzaro, Irene Montalti, Emilio Benenati e Marta Milia

Jacopo Bartoletti, Camillo Molino, Matteo Montoro e Martina Pascarosa conquistano l’argento, seguiti, sul terzo gradino del podio, da Alessandro Carletti, Federica Dalpozzo (una delle più giovani partecipanti al Campionato: nove iscritti avevano infatti 11-12 anni – classe 2004), Valentina Dalpozzo, Antonio Lombardi, Matteo Lombardi e Matteo Meregalli. Alla competizione Esordienti hanno preso parte 12 squadre.

I vincitori sono stati premiati da Federigo Ferrari Castellani, Vice Presidente FIGB e Responsabile del Settore Insegnamento e da Paolo Clair, Consigliere atleta e Responsabile del Settore Giovanile.

Anche le  Società Sportive che hanno allineato più successi in questi Campionati sono state premiate, analogamente a quanto avviene ai Campionati Allievi. Per la categoria Esordienti, il Trofeo è andato all’Associazione “Sporting Club Milano 2”, mentre per la categoria Esperti è stato assegnato all’Associazione “Il Bridge” di Milano.

C’è sempre da imparare dai ragazzi. Durante i turni di Campionato a coppie e a squadre, tutti i partecipati hanno dimostrato straordinario fairplay. In qualche occasione hanno regalato un sorriso agli Arbitri, come quando Antonio Riccardi è stato chiamato ad intervenire per un disaccordo sul numero di prese incassate. Il ragazzo che lo ha chiamato al tavolo ha dichiarato, molto preoccupato, che la sua linea diceva di aver fatto otto prese, e gli avversari cinque! Se tutte le contestazioni fossero così…

Nei corridoi, un giovanissimo Esordiente ha rimproverato il suo compagno per non aver dichiarato 2Fiori Stayman su 1SA. L’altro si è difeso sostenendo che ci aveva pensato, ma non poteva proprio dichiarare 2Fiori “con quelle Fiori così brutte”…

Nel frattempo, Si è conclusa anche la gara a squadre del Master Under 36, prima competizione in programma della manifestazione, iniziata ieri e destinata a concludersi domenica, quindi un giorno dopo rispetto ai Campionati giovanili, per permettere ai partecipanti al Master, già alle prese con impegni lavorativi, di non usufruire di due giorni di ferie.

I primi vincitori del Master sono Giuseppe Delle Cave, Arrigo Franchi, Alessandro Gandoglia e Matteo Montanari, la cui partecipazione è stata sostenuta dall’Associazione Breno. Quanto i ragazzi tenessero a sigillare questa rimpatriata giovanile (Delle Cave e Gandoglia sono usciti solo quest’anno dalla categoria, mentre Franchi e Montanari sono già trentenni) è dimostrato dalla dose extra di riflessione che hanno riposto su ogni singola carta, pur essendo notoriamente dei giocatori molto veloci. Be’, quasi tutte le carte a dire il vero, perché di fatto l’ultimo turno si è svolto molto rapidamente, soprattutto perché i quattro erano già matematicamente primi.

Master1Matteo Montanari, Arrigo Franchi, Alessandro Gandoglia, Giuseppe Delle Cave

Sul secondo gradino del podio saliranno, nel corso della premiazione dedicata al Master, Giovanni Donati, Giacomo Percario (i due ragazzi, 17 e 21 anni, rientrerebbero ancora ampiamente nella categoria giovanile), Michela Salvato e Giulia Scriattoli. Il bronzo andrà alla squadra di Margherita Costa, Andrea Failla, Riccardo Locatelli ed Elena Ruscalla.