Campionato di Società Sportive 2016

La stagione agonistica si è rimessa in moto e, con qualche recupero disputato nel fine settimana, si è delineato il tabellone degli incontri della prima giornata del Campionato di Società Sportive a squadre 2016 per la prima, la seconda e la terza serie delle due categorie (Open e Femminile).

La formula prevede che ogni match sia diviso in tre turni di 16 mani ciascuno. Per ogni segmento vinto e per la vittoria dell’intero incontro vengono assegnati due punti; uno solo è invece attribuito in caso di pareggio. Per ogni giornata, quindi, ci sono otto punti in palio.

Dopo questo riepilogo, andiamo a vedere cosa è successo nelle due categorie di Prima Serie, rimandando all’apposita sezione del sito federale per tutti gli altri risultati.

Serie open

Girone 1
Padova Bridge ha incontrato in casa Idea Bridge Torino. L’Associazione piemontese, medaglia di bronzo nella scorsa edizione del Societario a squadre, ha optato per un avvio aggressivo: dall’auto targata Torino i padovani hanno visto scendere niente meno che il pluricampione mondiale Giorgio Duboin. Con tale rinforzo, Idea Bridge si è trasformata da avversaria pericolosa a micidiale per i veneti, che sono comunque riusciti a difendere il proprio panno verde segnando 2 punti.
Mentre Torino prendeva il controllo del girone, in Emilia Romagna si sono affrontate Bridge Reggio Emilia e Bridge Breno, le Associazioni che hanno impresso i propri nomi nella storia delle prime due edizioni del Societario a coppie, vincendo il titolo rispettivamente nel 2015 e 2014. L’incontro si è concluso 5-3 a favore di Reggio Emilia.

Girone 2
Bridge Bologna è stata raggiunta in casa da Pescara Bridge. Era giugno, l’ultima volta che queste Associazioni si sono incontrate a squadre; la semifinale fra le due fu uno degli incontri più emozionanti del Societario 2015, in bilico fino all’ultima mano e vinto per 2 imp da Bologna, che infine conquistò l’argento. Pescara non è riuscita nella riscossa: l’Associazione di casa ha prevalso per 8-0. Gli abruzzesi hanno tempo per rimediare, sapendo di essersi buttati alle spalle la tappa con l’avversaria sulla carta più pericolosa del girone.
La neopromossa in prima serie Bridge Modena C.lo Perroux ha incontrato, in casa, Bridge Pisa, ripescata per la rinuncia di Val di Magra. Il match si è concluso 1-7 a favore dei toscani.

Girone 3
Empoli Bridge ha ritrovato quest’anno la prima serie, che aveva abbandonato nel 2013. Nel suo match di esordio ha incontrato, in casa, Circolo del Bridge Firenze. L’Associazione gigliata, solida presenza della massima serie del Societario, non ha concesso nulla, dando alla sorella toscana un bentornato in prima linea non proprio caloroso.
Bridge Viterbo ha firmato il colpo di scena della prima giornata. Ha incontrato, in casa, la regina del Societario: Bridge Villa Fabbriche, vincitrice della scorsa edizione. Pochi imp hanno deciso l’intero match. Il primo e il terzo tempo si sono risolti in pareggio (ricordiamo che per regolamento una differenza di punteggio inferiore a 4 imp in un segmento vale come parità), mentre il secondo a favore di Viterbo. Il bilancio dell’incontro (+9 per Viterbo) valeva come complessivo pareggio (il bonus di 2 punti classifica scatta con almeno 10 imp di vantaggio nell’intero match), per un risultato complessivo di 5-3 per l’Associazione del Lazio. Vittoria che ha il sapore di una rivincita per Viterbo, esclusa per un punto dalla fase finale del Societario 2015 per aver perso 5-3 in terza giornata contro la stessa rivale.

Girone 4
C. Bridge N. Ditto RC ha siglato il suo ritorno in prima serie (mancava dal 2012) con una vittoria ai danni di Bridge Club Petrarca per 5-3.
Intanto, nella capitale, si sono incontrate le due romane ASD Tennis Roma e SSD Angelini Bridge SRL. Quest’ultima, che schiera, fra gli altri, Lorenzo Lauria, Antonio Sementa e Alfredo Versace, tre leggende Azzurre, vanta 7 podi del Societario a squadre in undici anni (di cui 5 ori, l’ultimo dei quali nel 2014). Con queste premesse, è chiaramente un’avversaria che difficilmente lascia respirare le rivali; anche in questo caso non si è smentita, ottenendo punteggio pieno.

Serie femminile

Girone 1
Bridge Varese ha incontrato in casa Idea Bridge Torino. L’Associazione piemontese, grazie alla promozione della sua formazione femminile al termine della scorsa edizione, ha quest’anno due squadre in prima serie. La rappresentativa rosa della Mole, fortissima sulla carta (ha schierato al tavolo ben due coppie dell’attuale Nazionale italiana femminile, Chavarria-Piscitelli e Paoluzi-Saccavini), non è però riuscita a eguagliare il risultato della sua controparte maschile. Il match si è concluso 1-7 a favore di Varese, motivata a ritrovare il proprio ruolo di protagonista del Societario dopo i due bronzi del 2013 e del 2014.
Dopo essersi imposta come rivelazione assoluta dell’intera stagione agonistica femminile 2014, TOP ONE aveva dovuto, nel 2015, “accontentarsi” dell’argento. L’Associazione, i cui quartieri generali sono anche in questo caso a Torino, ha dimostrato ancora una volta che c’è, superando con punteggio pieno il suo incontro con C.lo Bridge Resegone.

Girone 2
L’incontro fra Bridge Bologna e Mincio Bridge Mantova, neopromossa in prima serie, si è risolto per 6-2 a favore della prima Associazione.
Intanto, in Liguria, Spezia Bridge ha affrontato l’Associazione detentrice del titolo: Bridge Reggio Emilia, che con 8 podi (di cui 5 ori) conquistati nell’ultima decade è la regina indiscussa del Societario femminile. La Spezia è riuscita a inchiodare la squadra emiliana sul pareggio, segnando 4 punti, preziosissimi contro un’avversaria di tale portata, e che potrebbero rivelarsi decisivi nelle prossime giornate.

Girone 3
A Roma, Tennis Club Parioli ASD, bronzo nella scorsa edizione, ha incontrato Circolo della Vela, desiderosa di riscatto dopo essere stata tagliata fuori dalla finale del 2015 proprio per mano di Parioli, e in modo particolarmente amaro dato che le due Associazioni risultavano a parità di punteggio (però l’esito dello scontro diretto decretò la qualificazione della squadra romana). Ma, come abbiamo visto anche per altri gironi, non era questa la giornata dei riscatti. Tennis Club Parioli ha prevalso per 6-2.
Aurelia Bridge Club ha incontrato Nuovo Bridge Insieme, neopromossa in prima serie. L’incontro si è concluso 5-3 per la prima Associazione, che l’anno scorso era risultata prima del proprio girone (ma aveva dovuto rinunciare a disputare la fase finale).

Girone 4
Bridge Catania ha incontrato, in casa, Bridge Ragusa. Il match è stato vinto, per 5-3, da Catania, a caccia di ritrovare il suo ruolo di protagonista e dimostrare la sua fortissima personalità agonistica, che per le prime 7 edizioni del Societario (fino al 2012) la portò a conquistare con impressionante costanza ogni podio femminile (risultando per 4 volte campionessa).
A Reggio Calabria, C. Bridge N. Ditto RC ha incontrato Mondello Bridge ASD. Nella giornata che celebra il suo ritorno in prima serie (da cui Mondello mancava dal 2011), l’Associazione palermitana è riuscita a ottenere un primo importante risultato, vincendo l’incontro per 6-2.

Francesca Canali